Sarri, Contratto in Scadenza col Napoli: le Ultime

Il contratto di Sarri col Napoli scadrà a breve. Ecco cosa serve per portare avanti il rapporto tra società partenopea e tecnico toscano...

Il Napoli sta vivendo una vera e propria favola con il suo condottiero Maurizio Sarri. Gli azzurri sono primi nella classifica di Serie A con punteggio pieno e possono competere a testa alta nell’imminente girone di Champions League. Nelle belle storie si sa, c’è sempre un cattivo. Nel caso di Sarri e il Napoli è il contratto del tecnico toscano l’incubo di De Laurentiis, che nell’ultimo anno ha bisticciato parecchio con l’argomento rinnovi.

Il contratto di Sarri con il Napoli scade il 31 maggio e al termine del campionato potrebbe cambiare squadra se non blindato dalla società partenopea. Il mister azzurro attualmente guadagna 1,5 milioni di euro annui. Questi non basteranno a Sarri per rimanere a Napoli viste le lusinghe ottenute dall’estero. Atletico Madrid, West Ham, Arsenal e precedentemente Roma, vogliono appropriarsi dell’allenatore toscano.

Venerato spiega il caso Sarri

Ciro Venerato, ai microfoni Rai, è intervenuto oggi sul caso spinoso che riguarda l’ex Empoli e il Napoli. Ecco le parole del giornalista: “il contratto di Sarri scade il 31 maggio 2018 e non rinnoverà per meno di 3,5-4 milioni all’anno. La questione è molto semplice, bisogna blindarlo o andrà via. Il tecnico toscano ha richiesto più volte l’aumento e gli apprezzamenti esteri non aiutano il Napoli. Dall’Atletico Madrid fino all’Arsenal, passando per il West Ham. Tutte vogliono Sarri e a lui fa piacere” – rivela Ciro Venerato.

La situazione è molto elementare ma De Laurentiis non dovrà tentare di scendere a compromessi, bensì affrettare i tempi del rinnovo. Il tecnico azzurro ha chiarito da tempo la sua posizione e perdere tempo potrà ledere sia il Napoli che il mister. ADL non può commettere lo stesso errore fatto con Reina, Ghoulam e con gli altri rinnovi lasciati appesi ad un filo.