Sarri al Napoli, sono tanti i dubbi su come gestirà gli Azzurri

Siamo quasi alla stretta finale, Maurizio Sarri a meno di clamorosi risvolti sarà il nuovo allenatore del Napoli. De Laurentiis ha scelto, anzi ha scommesso sul tecnico ex Empoli che nel suo palmares ha vinto una Coppa Italia nel campionato Dilettanti con il Sansovino, ed ha appena conquistato la sua prima salvezza nel campionato di serie A con la squadra toscana. La scelta sta spaccando in due la tifoseria azzurra, c’è chi è d’accordo che Sarri sia un tecnico preparato e possa giocarsi tranquillamente le sue chance con il Napoli, chi invece sostiene che l’ex Empoli non abbia abbastanza esperienza e personalità per sopportare il peso di una piazza importante e passionale come quella partenopea.

In effetti sono tanti i punti interrogativi su come gestirà la squadra azzurra Maurizio Sarri impegnata la prossima stagione su tre fronti. Ci sarà l’Europa League da onorare e confermare quanto di buono fatto nella passata edizione, competizione a cui l’ex Empoli non ha mai parteciato. Inoltre il tecnico campano è abituato a lavorare con i giovani, che è ben diverso da allenare calciatori affermati. Come potrebbero reagire quando il tecnico campano spiegherà le sue novità tattiche? Sarri dovrà cercare di cambiare il modo di gestire la squadra, perché Napoli non è Empoli, Napoli vuole vincere e competere con i grandi club, i tifosi azzurri non vogliono più aspettare.

Leggi anche: 

 

I