Sarri al Napoli, l’agente: “Occasione della vita”

Intervenuto ai microfoni di Piuenne Alessandro Pellegrini, agente di Maurizio Sarri, ha commentato l’arrivo del suo assistito sulla panchina del Napoli. Del tecnico l’agente ne ha elogiato le doti di allenatore e la capacità di affrontare al meglio ogni situazione, anche se sulle dinamiche che lo hanno portato a Napoli poco si può dire: “Sulla dinamica relativa al metodo con cui è arrivata la firma non posso aggiungere molto. Posso però elogiare le caratteristiche di Maurizio Sarri, un allenatore che si è fatto da solo e spero possa essere da auspicio a tutto il sistema calcio perché significa che la meritocrazia esiste”. 

Su chi saranno i collaboratori di Sarri sulla panchina del Napoli ancora è presto da dire. Il suo assistito è passato da disoccupato ad allenatore di una grande squadra: “Per ciò che concerne il numero dei collaboratori che il mister porterà con sé a Napoli non posso dire molto perché la questione non è ancora di mia conoscenza. Il mister in un attimo è passato dall’essere disoccupato ad allenatore una delle piazze più prestigiose del panorama calcistico”.

Molto si è discusso sulle scelte del tecnico prima del suo approdo a Napoli, si è parlato di Cagliari e Fiorentina.  Alessandro Pellegrini chiarisce la situazione: “ Non c’è stato nessun contatto tra Sarri e la Fiorentina, discorso diverso va fatto per ciò che concerne il Cagliari: c’è stato un contatto, non posso negarlo e questo fa piacere perché il mister pensava di poter dimostrare ancora il suo valore in serie A. Non faccio discorsi retorici dicendo che Napoli è un sogno che si realizza, ma dico serenamente che se avesse potuto scegliere la squadra da allenare, avrebbe scelto Napoli. La soddisfazione è stata grande, ma ora Sarri è già proiettato alla prossima stagione. Il mister non ha mai avuto dubbi nell’accettare la destinazione Napoli, questa è l’occasione della vita”.

Il modulo che Maurizio Sarri adotterà è presto detto: “Come giocherà il Napoli nella prossima stagione? Sarri non ha in mente un solo modulo, si adatterà in base alle caratteristiche dei calciatori in rosa, parliamo di un allenatore flessibile che proverà a tirare fuori il meglio da ogni calciatore. Il Napoli ha preso uno chef stellato che serviva ottime pietanze ad Empoli con ingredienti buoni e adesso che a Napoli gli ingredienti sono ottimi, sono certo che e la pietanza sarà migliore”.

 Leggi anche: