Napoli, senza Sarri via tanti giocatori. A breve l’incontro De Laurentiis: sarà rinnovo?

Senza Sarri sarà rivoluzione in casa Napoli. De Laurentiis programma un incontro prima della fine del campionato per pianificare il futuro.

La partenza di Maurizio Sarri provocherebbe un terremoto in casa Napoli: sono almeno quattro i giocatori pronti a lasciare la barca senza il proprio capitano. Albiol, Mertens, Callejon e Jorginho sono solo alcuni dei giocatori il cui futuro è strettamente legato al quello del tecnico. Lo sa bene anche Aurelio De Laurentiis che è pronto ad incontrare Sarri prima della fine della stagione per strappare un accordo e pianificare insieme le prossime mosse della società.

Futuri legati: la permanenza di molti giocatori dipende da quella di Sarri

Molto dipenderà da Sarri“: queste le parole di Mario Giuffredi, agente di Hysaj, che lega indissolubilmente il futuro del terzino a quello del tecnico. “Senza di lui il giocatore perderebbe molte certezze“. Ma l’albanese non è l’unico ad attendere una risposta del tecnico per decidere se restare o accettare altre offerte. Mertens è da tempo un obbiettivo del Manchester United: il bomber azzurro ha vissuto una nuova giovinezza proprio grazie a Sarri. Una sua partenza potrebbe voler dire ricominciare a da zero e magari con schemi di gioco che poco si prestano alle sue nuove caratteristiche tattiche.

Argomento diverso per Albiol, che da anni è tentato di tornare a Valencia per terminare li la sua carriera. Se gli spagnoli dovessero pagare la clausola, l’ultima parola spetterebbe al difensore: anche lui in attesa della scelta di Sarri. E Callejon? E’ finito nel mirino del Milan che è pronto a pagare la clausola e chiudere il secondo acquisto dopo Pepe Reina.

Sarri resta se restano gli altri: De Laurentiis blindi i suoi giocatori

Le richieste di Sarri per la sua permanenza sulla panchina del Napoli sono chiare: è disposto a perdere al massimo due giocatori. Non si tratta quindi solo di ingaggio, quello non è mai stato un vero problema per De Laurentiis. Il nodo principale è sulla continuità del progetto e degli interpreti. Ad esempio Jorginho, che dopo due anni di adeguamento, quest’anno è sembrato talmente inserito nelle trame del Napoli da diventare imprescindibile per il gioco di Sarri. De Laurentiis corra ai ripari perché dopo la grande stagione fatta dal Napoli quest’anno, ricominciare da zero sarebbe un vero strazio per i tifosi.

Scritto da Daniele Baldassarre

Quella del giornalismo è una passione. Amante dello sport, soprattuto di calcio.
Studente di Ingeneria. Classe '94.

Alireza Jahanbakhsh al Napoli

Alireza Jahanbakhsh al Napoli, parla l’agente: “Gli azzurri lo seguono da molto tempo”

Razzismo Juventus, cori contro Napoli

Juventus-Milan, cori contro Napoli: sanzione in arrivo per i bianconeri?