Citando Gigino il poeta di Bellavista, avevo scritto che San Gennaro non avrebbe dovuto crucciarsi perché a far sciogliere il sangue nelle vene ci pensava Insigne (in riferimento alla punizione siglata da Lorenzo il magnifico contro il Borussia). Invece, poi, per avere la prima rete in campionato del pupillo azzurro si è dovuta attendere proprio la grazia del Santo.

Infatti da un profilo Twitter di San Gennaro, in cui si annuncia “miei cari fedeli, sono approdato su twitter per compiere i cosiddetti miracoli”, è stato aggiunto ai preferiti dal Santo un mio tweet risalente al 19 settembre scorso in cui condividevo il su citato Sorso di Borghetti. Proprio domenica, poco prima dell’incontro contro il Verona. E manco a farlo apposta, proprio quando il profilo del Santo ha preso in considerazione un tweet di 4 mesi prima in cui si parlava di lui e di Lorenzo, l’azzurrino ha siglato la prima rete di campionato. Ma i miracoli del Santo non si sono fermati lì. Che domenica abbia messo la mano in testa agli azzurri lo dice stesso il risultato ottenuto sull’ostico campo veronese. Ci sono altre prove, oltre la rete di Insigne.

Profilo Twitter San Gennaro

Anche la prestazione di Maggio, che domenica è sembrato ritornare ai livelli dei suoi tempi migliori. Ed ancora Armero, che quasi sembrava Zuniga per come ha affrontato l’incontro, dimostrando che, come è stato in passato per il suo predecessore colombiano, puntare ed insistere nel farlo giocare a volte ripaga (si ricordi come grazie all’insistenza di Mazzarri, Zuniga sia diventato una pedina fondamentale di cui ancora oggi il Napoli accusa la mancanza).

Bene anche la partita di Mertens, sempre più rivelazione del calciomercato scorso, mentre Higuain ha dimostrato ancora una volta di essere ‘uomo squadra’ e non solo prima donna dal ruolo principale come si aspettavano in tanti. Inoltre il Santo ha dato un ultimo segnale: il Napoli deve chiudere quanto prima per Jorginho perché con la sua prestazione contro gli azzurri ha dimostrato di essere forse quello che davvero manca per il centrocampo azzurro.

Leggi anche –> San Gennà non ti crucciare, ma a ‘squagliare’ il sangue c’ha pensato il gol di Insigne