Sampdoria-Napoli 1-1, Cronaca e Tabellino

Nel posticipo delle 21:00 tra Sampdoria e Napoli Benitez schiera sul manto verde del Luigi Ferraris una formazione inedita dal punto di vista modulare che rende la squadra più coperta in difesa e meno predisposta alla spinta in attacco: 4-3-2-1 con la sorpresa Britos sulla fascia di difesa e Ghoulam esterno di mediana. Higuain è il perno d’attacco con Callejon e Hamsik a supporto. La Sampdoria di Mihajlovic si schiera con un 4-3-1-2 con Soriano trequartista pronto a suggerire Eder e Okaka in attacco.

Primo tempo avaro di azioni da goal con le giocate che veramente contano sviluppate solo da calci d’angolo e punizioni dal limite. Passa un minuto dal fischio di Rocchi e da corner per il Napoli svetta Hamsik di testa, ma lo slovacco spedisce la sfera alta sopra la traversa. Higuain, con 7 reti nelle ultime 5 partite, è marcato stretto da Silvestre e Romagnoli e trova poche palle giocabili. Primo squillo del Pipita in direzione della porta avversaria al 12’ su punizione per fallo su Ghoulam, ma la palla termina alta. La Sampdoria ha il merito di tenere alti gli attaccanti e pressare gli avversari. Al 20’ va in goal con Eder su filtrante di Obiang, il blucerchiato però riceve palla in fuorigioco e la rete viene annullata. Al 23’ mischia nell’area dei campani, Soriato scarica il tiro e la sfera va a sbattere su Koulibaly che devia con una mano e fa infuriare i blucerchiati che non si vedono concesso il rigore da Rocchi.

La partita a questo punto si fa nervosa e Rocchi è costretto a mettere mano al cartellino giallo (saranno 4 nei primi 35 minuti). Al 36’ la prima vera occasione per Higuain: su una ripartenza da calcio di punizione Callejon lancia l’argentino verso l’area presidiata da Romero. Il connazionale a tu per tu con Higuain sceglie il tempo giusto per l’intervento e stradica la sfera dai piedi del Pipita. I primi 45 minuti terminano sullo 0-0.

Nel secondo tempo continua la spinta dei liguri e il vantaggio arriva dopo 12 minuti: lancio per Eder che di destro al volo aggancia la sfera e dai 20 metri lascia partire una fucilata che si spegne alle spalle di Rafael, 1-0 Sampdoria. Benitez corre ai ripari: fuori Britos e Inler, dentro Mertens e Jorginho per dare maggiore spinta in attacco. Al 64’ ottima triangolazione Hamsik-Higuain, sinistro dell’argentino e ottima parata di Romero. Al 31’ Duncan (entrato al posto di Obiang) ruba palla ad Albiol e libera Eder che ci pensa su troppo e ottiene solo un calcio d’angolo dal suo tiro da ottima posizione.

Al 79’ Benitez tenta il tutto per tutto inserendo Zapata al posto di Hamsik. 83’ tegola per i campani: Ghoulam entra male su Eder, una vera furia questa sera, e si becca il secondo giallo con relativo rosso a seguire. Sono tre i minuti di recupero concessi da Rocchi per le speranze del Napoli, speranze che diventano realtà la 92’ quando Zapata spezza la partita e centra la rete di testa su cross di Ghoulam che permette al Napoli di pareggiare. Un punto che va stretto ai campani che salgono a 23 punti e agganciano l’altra sponda di Genova, il Genoa di Gasperini.

TUTTE LE NOTIZIE SU SAMPDORIA-NAPOLI