Sampdoria-Cagliari: Probabili Formazioni, Diretta Tv e Streaming

Un confronto aperto tra due squadre che stanno vivendo un periodo di forma buono. E’ quello che va in scena per la 23° giornata di Serie A domenica alle 15.00 tra Sampdoria e Cagliari. I liguri vengono dalla vittoria sofferta ma importante nel derby contro il Genoa, mentre i sardi hanno sconfitto la Fiorentina e sono risaliti in classifica. Entrambe le formazioni però devono fare i conti con due vicende che possono turbare la serenità ritrovata.

La Sampdoria potrebbe dover fare a meno del mattatore del derby quel Maxi Lopez che si è ritrovato, ma ha anche subito una botta al piede che tiene in ansia tutto lo staff doriano. Naturalmente Mihajlovic cercherà di recuperarlo fino all’ultimo minuto perché a questo punto il bomber ritrovato può essere determinante per le sorti dei blucerchiati, ma è pronto Eder a scendere in campo dal primo minuto. Per il resto la formazione è bella e fatta con Costa che sostituisce lo squalificato Mustafi.

Il Cagliari invece deve reagire all’inaspettato annuncio del suo presidente Cellino di vendere la società. Ancora non si sa chi potrebbero essere i compratori, anche se si parla di una cordata araba ma anche di un gruppo americano, ma Lopez dovrà essere bravo a tenere alta la concentrazione sul campo anche perché dovrà a fare meno dello squalificato Dessena e degli infortunati Pisano, vittima di un’infrazione all’osso navicolare del piede destro, e di Ibarbo che è reduce da un riuscito intervento di appendicectomia.

L’incontro si potrà seguire in diretta televisiva su Sky Calcio e in streaming su Sky Go.

Queste le probabili formazioni:

Sampdoria: Da Costa, De Silvestri, Gastaldello, Regini, Costa, Obiang, Palombo, Gabbiadini, Krstcic, Soriano, Eder. Allenatore: Mihajlovic.

Cagliari: Avramov, Perico, Rossettini, Astori, Murru, Ekdal, Conti, Vecino, Cossu, Sau, Pinilla. Allenatore: Lopez.

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Napoli-Milan, Benitez: “I rossoneri hanno giocatori di livello, ma vogliamo vincere”

Napoli-Milan, Seedorf: “Grande squadra e tifoseria invidiabile”