Salvini contro Maradona: “Sorrentino non doveva ringraziarlo”

Maradona dà sempre fastidio anche quando non si presenta in prima persona. L’ultima uscita, davvero fuoriluogo, è stata del segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini. Il politico che vuole la divisione dell’Italia tra Nord e Sud ha twittato un messaggio che ha fatto irritare non poco coloro che amano Napoli e Maradona che ha portato nel mondo le positività della maggiore città del meridione: “Sorrentino, vincitore dell’Oscar con ‘La grande bellezza’, dice che fra gli altri è stato ispirato da Maradona. Per l’Oscar sono felice per il Cinema italiano. Ma l’elogio di Maradona se lo poteva risparmiare, non è proprio il mio modello di vita…”.

Naturalmente Salvini fa riferimento ai problemi con la droga che in questi anni hanno investito il Pibe de Oro, ma lo stesso politico dovrebbe ben sapere che Maradona se ne è uscito in maniera grandiosa e soprattutto ha dato un esempio ai più giovani quando è scoppiato in lacrime dinanzi alle telecamere invitando i ragazzi a non commettere i suoi stessi errori.

Evidentemente però Salvini ricorda anche quando lo stesso Maradona contro tutto e tutti ha portato il Napoli a trionfare ben due scudetti proprio battendo le squadre di quel Nord che vuole essere rappresentato da un partito che fa della bandiera del razzismo la sua religione. Maradona di sicuro non è stato un santo, ma a Salvini ancora non va giù che il più grande campione della storia del calcio abbia giocato e vinto in una città del Sud e non in quelle ultramilionarie presenti nel dorato Nord Italia.

Leggi anche — > Oscar 2014 a La Grande Bellezza, Sorrentino ringrazia Maradona

Leggi anche — > Maradona: “Tornerò a vedere il Napoli perché mi sento napoletano”