Salernitana-Nocerina, Giudice Sportivo: 3-0 a tavolino ai Granata

Tre a zero a tavolino. E’ quanto è stato decretato dal Giudice Sportivo Pasquale Marino che a seguito delle risultanze scaturite dal derby mai concluso tra Salernitana e Nocerina ha dato la vittoria ai granata. Nel comunicato ufficiale si legge: “Il Giudice Sportivo osserva che a seguito di sostituzioni di calciatori eseguite nei primi minuti di gara, esaurendo il numero massimo consentito, e di successive uscite dal campo di calciatori a seguito di infortuni la squadra della società Nocerina è rimasta sul terreno di gioco con soli sei calciatori”.

“Il direttore di gara rilevando che il predetto numero di calciatori risultava inferiore al limite minimo previsto dalle norme sulle regole di svolgimento del gioco ordinava la sospensione della gara al minuto ventuno del primo tempo di gara”, ha aggiunto il giudice nel dispositivo.

nocerina salernitana

Quindi la decisione che era ampiamente prevista: “Infliggere alla società Nocerina la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0 a 3 a favore della società Salernitana”. Il Giudice Sportivo però non è andato ad approfondire le altre questioni legate all’incontro perché dovranno essere vagliate con cura.

Leggi anche — > Salernitana-Nocerina, 23 Daspo e 22 denunciati per violenza aggravata

Leggi anche — > Salernitana-Nocerina, Partita Sospesa tra finti infortuni e risse (Video)

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Cori contro i napoletani: class action di Noi consumatori per il risarcimento danni

Tifosi Salerno Calcio

Salernitana-Nocerina, i tifosi Granata si costituiscono parte civile nel processo