Salernitana-Martina Parla Lotito

lotito lazio

Il presidente della Salernitana Claudio Lotito, alla vigilia di Salernitana Martina parla alla tifoseria chiedendo ai tifosi di mantenere gli impegni assunti. Il Presidente dei Granata è intervenuto alla trasmissione di Lira Tv Cuore Granata e per l’ennesima volta ha battuto sull’ennesimo tasto, minacciando di andar via da Salernoi se non vedrà una forte risposta del pubblico Salernitano.

Claudio Lotito si è lamentato delle scarse presenze allo stadio sostenendo che una media di 4500 spettatori a partita rappresentano una sconfitta e che se non otterrà una forte risposta del pubblico tutti i sacrifici fatti non saranno valsi a nulla. A chi gli ha chiesto se la società farà delle iniziative per incentivare la gente ad andare allo stadio, Claudio Lotito ha fatto capire che se ci si aspetta che il biglietto lo paghi la società si è capito male.

Tifosi Salerno Calcio

Pur volendo in parte condividere i discorsi del presidente, non si può non notare come la media spettatori della Salernitana sia la più alta della seconda divisione, e sul podio dell’Intera lega pro (prima divisione compresa). Tutti forse ci aspettavamo più spettatori allo stadio, ma in un momento del genere vanno in crisi anche le panetterie perchè ormai il cittadino medio si priva di tutto e non solo del superfluo.

C’è da notare come nei mesi precedenti, a parte le polemiche sul numero di spettatori, il Presidente aveva minacciato di abbandonare Salerno anche a causa delle contestazioni della piazza. Viene da chiedersi come mai Claudio Lotito, contestato da anni dalla tifoseria della sua Lazio, dopo averla salvata dalla bancarotta e dopo averla mantenuta sempre nelle prime posizioni della serie A, non abbia deciso di abbandonare l’ingrata tifoseria mentre a Salerno basta qualche parola di una minoranza per far scatenare un putiferio e per minacciare di abbandonare.

Ai posteri l’ardua sentenza, sicuri che il pubblico salernitano aumenterà di domenica in domenica e sicuri che dentro di se il presidente si renda conto che siamo in Italia, e che i numeri di Salerno, seppur deludenti rispetto alle attese, sono difficilmente raggiungibili altrove.