Ritiro Napoli 2013-2014, Benitez: “Il Napoli come le grandi d’Europa”

L’allenatore del Napoli Rafael Benitez ha rilasciato una lunga intervista in cui ha toccato numerosi argomenti,  tra cui i suoi metodi di lavoro, i suoi obiettivi con il club azzurro e alcune sue esperienze calcistiche passate.

Il tecnico spagnolo afferma che lui predilige gli allenamenti con la palla perchè con essa si fa un lavoro tecnico e anche atletico allo stesso tempo e ci si stanca senza nemmeno accorgersene. Il suo principale obiettivo qui al Napoli è quello di cambiare la mentalità della squadra per poter competere con le grandi squadre d’Europa, lui è qui: “Per aiutare ma  anche per imparare, sono sicuro che ci toglieremo grandi soddisfazioni”. Sul mercato Benitez ammette che l’obiettivo suo e della società è quello di portare in azzurro giocatori che abbiano sia qualità che esperienza in quanto queste sono le caratteristiche che fanno la differenza in Champions League e poi fa una critica al suo predecessore Mazzarri: “Non possono giocare sempre tredici, quattordici giocatori. Il turn over è possibile se hai qualità, è necessario quando ci sono tre competizioni da affrontare. E tutte da onorare”. 

L’ex allenatore del Liverpool parla poi della sua ex squadra con cui ha vinto un Champions League ai danni del Milan e delle  le numerose analogie che ci sono tra i tifosi dei Reds e quelli napoletani soprattutto per la passione con cui vivono il calcio, uno dei motivi per cui ha scelto di vestire l’azzurro, e che Hamsik gli ricorda in parte Gerrard anche se sono calciatori  un pò diversi, ma lo slovacco è un grande giocatore, ambizioso e che può ancora crescere e che sicuramente potrà arrivare ad essere un calciatore da altissimi livelli.

Benitez Champions Liverpool

Infine Benitez parla di come vivrà Napoli città, della sua volontà di conoscere gente e di poterla visitare tutta, anche se al tempo stesso spera di non avere molto tempo per farlo perchè più il Napoli andrà avanti in Champions League e meno tempo libero a disposizione avrà e questo non può che essere un grande augurio per un professionista ambizioso come lui.  Esperienza internazionale, competere con le big d’Europa, andare il più avanti in Champions League, squadra formata da 25 titolari da gestire al meglio con il turn over, onorare tutte e tre le competizioni, il cambio di mentalità di Benitez è già cominciato.

LEGGI ANCHE–> Intervista a De Laurentiis: ” Obiettivo scudetto”

LEGGI ANCHE–> Callejon: “Voglio battere Juventus e Barcellona”