Risultati Lega Pro (Girone B): Perugia, Frosinone e Latina Crollano

Stadio Renato Dall'Ara

Ufficialmente è il girone “B” della Lega Pro ma i più, a leggere risultati e classifica, lo hanno già ribattezzato il girone della “ bilancia”. Il più equilibrato di sempre nella storia della terza serie. Le conferme fioccano, come i gol. 18 quelli di giornata ( Carrarese-Gubbio rinviata per nubifragio e allagamenti).

CROLLO LATINA. Quattro li ha presi il Latina sul campo del Prato, sempre più mina vagante del torneo. La capolista perde bussola e partita nella ripresa quando si scatena la prima linea toscana. Di Sabato, Napoli, Tiboni e Silva Reis accendono i fuochi d’artificio ed in meno di mezz’ora il Latina (mai così in difficoltà) è tramortito.

FROSINONE IMITA CUGINI, PISA AGGANCIA VETTA. Del ruzzolone non approfitta l’altra battistrada, il Frosinone di Stellone che frana in casa contro il Pisa, ora in vetta alla piramide ( 19) proprio con i ciociari ed il Latina. Gli ospiti sono micidiali. Tulli colpisce una volta per tempo. Frara accorcia a cinque dalla fine ma è troppo tardi.

PERUGIA: CHE TONFO. A completare il quadro nero delle ”big” e a confermare che gli “imbattibili” non vivono da queste parti, arriva il sonoro ko interno del Perugia che perde, e pure male, al “Curi” con il Catanzaro. Finisce 2-4 l’ennesimo episodio di una saga che va avanti da mesi (le due squadre si sono date battaglia l’anno scorso per ottenere la promozione diretta). Il “re” del “Curi” è il bomber Fioretti che piazza subito la zampata, Ulloa raddoppia. Il Perugia ha anche la forza di rimontare l’iniziale 0-2 con i gol di Clemente e Tozzi Borsoi ma il finale è una rovina. Quadri disegna su punizione. Poi un pasticcio di Koprivec (espulso) e l’autogol di Lebran. Giù contestazioni

AVELLINO IN ALTO NONOSTANTE SCONFITTA. VINCE BENEVENTO. Polemiche anche ad Avellino dopo la pessima prestazione di Nocera ( il tecnico Rastelli la pensa diversamente) ma gli irpini, che domenica ospitano il Gubbio (potenziale capolista), stazionano sempre nelle zone nobili della graduatoria. Anche perché la Paganese cede a Benevento contro la squadra di Ugolotti, spedita in ritiro dal patron Vigorito “ così non li vediamo per strada”. 2-0 sannita firmato Mancosu (rigore) e Marchi. Tutto nella ripresa. Vince nel finale il Viareggio che stende l’Andria con un gol sulla sirena di De Vena. Bene l’altra pugliese. Il Barletta sbanca Sorrento in rimonta ( prima Schenetti, poi Dezi e Calapai) ed inguaia la squadra di Bucaro. Che ora rischia grosso.