Razzismo contro un turista napoletano a Verona: il Racconto

Un episodio di razzismo contro un turista napoletano. E’ successo a Verona dove un 31enne di Pompei, così come ha raccontato al giornale locale Verona Sera, ha chiesto a un bar una Coca Cola.

La risposta del barman è stata sconcertante: “Valla a comprare a Napoli”. Il racconto parte dal presupposto che il giovane napoletano che è residente a Londra da ormai sette anni si sente cittadino del mondo e quindi “…non mi sarei mai aspettato un trattamento del genere”.

Se Verona resterà nel suo cuore per la bellezza della città, non lo sarà di certo per chi ci vive: “Sono stato trattato peggio di un cane rognoso. In tre giorni, per due volte siamo stati additati come Napoletani (ed eravamo turisti)”. Il giovane di Pompei ha deciso di raccontare questa storia perché lui si sente italiano e non si vuole dividere tra Nord e Sud anche perché vivendo ormai in Inghilterra: “Sono felice e dove vige la multietnicità, il rispetto per l’altro, la cortesia: nessuno, se non un altro italiano, mi ha mai additato come tale”.

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Maschera Koulibaly: tifosi mascherati domenica al San Paolo

calciomercato napoli

De Laurentiis contro Preziosi, lite in Lega Calcio sui Diritti Tv