Prima Divisione Lega Pro: Fuga Lecce, Latina e Avellino Ok

scandalo lega pro

Analizzando il fine settimana appena passato in Lega Pro Prima Divisione emergono due dati: il Lecce si conferma la squadra da battere dopo un periodo di crisi, mentre nel girone B ci sarà equilibrio fino alla fine vista la forza delle pretendenti ai primi posti.

Partendo dal girone A, importante la vittoria dei salentini nel segno di Giacomazzi e Chevanton, che li porta a +7 dal Trapani secondo in classifica e che in questo turno ha riposato, mentre il Sudtirol, sorpresa del campionato ha pareggiato contro il San Marino.

Da segnalare il crollo del Carpi che con la sconfitta rimediata domenica a Bergamo con l’Albinoleffe è andato fuori dalla zona Play-Off e dunque ha deciso di esonerare il duo Cioffi-Tacchini per affidare la panchina all’esperto Brini che bene fece a Salerno qualche anno fa.

gianluca de angelis avellino

In risalita anche la Cremonese che batte il Cuneo e continua a sperare nella zona Play-Off, nettamente alla portata di una squadra che vanta nel suo organico gente come Pinardi. Nelle zone basse della classifica ottima vittoria per l’Albinoleffe, mentre restano pericolanti la Reggiana, nonostante abbia battuto la Virtus Entella, Treviso e Tritium, con quest’ultima che appare ormai spacciata per la retrocessione.

Nel girone B vige l’equilibrio e sicuramente assisteremo ad un finale di campionato straordinario: il Latina continua la sua corsa battendo il Barletta, ma non senza soffrire, confermandosi prima in classifica a discapito dell’Avellino che batte di misura il Frosinone, ormai fuori dai Play-Off, con il solito Gigi Castaldo, vero fuoriclasse per la categoria.

Nel big match che si giocherà a marzo tra i laziali e gli irpini si deciderà molto: indietro resta invece la Nocerina che subisce una pesante sconfitta a Perugia, e proprio gli umbri agganciano i molossi a 36 punti e ora se la vedranno con l’Avellino per riaprire il discorso primo posto.

Ottima anche la risalita del Benevento, nel segno di Carmelo Imbriani: grande commozione al Ciro Vigorito in memoria dell’ex tecnico giallorosso stroncato da una leucemia, e proprio Marchi con il numero 7 caro all’ex giocatore sigla la doppietta che piega un ottimo Gubbio, rendendo così possibile la corsa ai Play-Off.

Nella bassa classifica un buon pareggio per Sorrento e Andria, mentre il Barletta resta inchiodato al penultimo posto con la sconfitta di Latina; a Carrara invece dopo la sconfitta rocambolesca contro il Pisa, che vuole rientrare nei primi posti, Gigi Buffon ha deciso di sollevare il tecnico Di Costanzo e chiamare al suo posto l’ex Ancona, Salvioni.