Parma-Napoli 2-2, i migliori e i peggiori: numerosi Flop

Una squadra già retrocessa e abbondantemente inferiore, qualche napoletano desideroso di rendersi protagonista tra gli avversari, un giocatore che non segnava da tre anni, l’aria distesa e scherzosa dei giocatori nel riscaldamento pre-partita di una gara da portare a casa senza troppa fatica. C’erano tutti gli elementi per il solito pomeriggio di male al fegato per tutti i tifosi partenopei. Solo un punto al Tardini per gli azzurri che regalano i primi 60 minuti al Parma, salvo poi accorgersi della brutta figura e tentare disordinatamente di recuperare.

Ennesima occasione fallita per insediare il secondo e terzo posto, dato lo stop delle rivali romane, che speriamo di non dover rimpiangere alla fine del cammino. A condire la brutta figura, anche le polemiche di Higuain e del resto della squadra nel finale di partita, assolutamente ingiustificabili da parte di chi ha concesso un’ora di gioco ai sottovalutati avversari che hanno giustamente onorato la loro maglia e dimostrato ancora una volta professionalità esemplare facendo quanto nelle loro capacità per vincere la partita.

Di “fallito” e “retrocesso” abbiamo visto, ahinoi, solo la mentalità della nostra squadra che ha affrontato una gara fondamentale con presunzione svogliatezza, tirando fuori la rabbia solo nel momento meno opportuno e nelle modalità meno utili.

TOP

MAREK HAMSIK: Ancora una volta è lui il migliore in campo. Il capitano è un giocatore ritrovato, sempre nel vivo dell’azione. Serve l’assist per il gol di Gabbiadini, impegna più volte Mirante e detta i tempi dell’attacco con lucidità. Uno dei pochi a contraddistinguersi positivamente.

MANOLO GABBIADINI: segna sempre Manolo. Inserito da Benitez dal primo minuto, sfrutta l’occasione per segnare la rete del momentaneo 1-1. Nella ripresa Mirante si supera per deviare in angolo un suo colpo da campione da fuori area. Un dubbio però caro Manolo… perché non esulti??

DRIES MERTENS: Sempre vivace e pericoloso, fino alla rete del pareggio con un preciso tiro rasoterra.

FLOP

MARIANO ANDUJAR: si traveste da Rafael e cucina due belle frittate. Prima esce in malo modo nell’occasione del primo gol, poi si lascia beffare dalla traiettoria del tiro di Jorquera. Brutta giornata per lui.

GOKHAN INLER: fa circolare la palla con la velocità delle pale di un mulino. Inconsistente e deleterio.

– ADRIANO HENRIQUE: commette falli banali, spesso è fuori tempo. Da rivedere.

Infine un piccolo appunto su Rafa Benitez: chi è contrario ai ritiri, dovrebbe fornire spiegazioni sulla scarsa concentrazione mostrata dal gruppo in una partita importante e facilmente abbordabile e possibilmente trovare misure alternative perché queste prestazioni non scusabili non si ripetano.

PARMA-NAPOLI: TUTTE LE NOTIZIE