Palo di Mertens contro il Real, il rammarico dell’attaccante

Mertens rammaricato dopo Napoli-Real: "Quel palo mi toglierà il sonno"

Commenti a caldo di Dries Mertens. Nell’intervista a bordo campo dalle telecamere Premium il fuoriclasse azzurro dice la sua ed esprime il suo rammarico per il palo colpito nel primo tempo di Napoli-Real Madrid che ha impedito alla formazione partenopea di ampliare il proprio vantaggio e realizzare il gol del 2-0 che avrebbe potuto garantirne il passaggio ai quarti.

Perfettamente consapevole della serie di eventi che ha decretato l’eliminazione del Napoli contro il Real agli ottavi, Mertens sa che nel primo tempo gli azzurri hanno sfoderato tutto quanto in loro potere realizzando un bel gioco: “È un peccato. Nel primo tempo abbiamo dato tutto, loro nella ripresa hanno fatto gol su due calci d’angolo, su queste situazioni sono forti”. Il belga colpevolizza anche sé stesso per il palo preso sull’1-0 che ha allontanato la possibilità di un forte e sicuro doppio vantaggio. “Quel palo mi toglierà il sonno”, questo il commento dell’attaccante.

Elogia le doti di Sergio Ramos, vero talento spagnolo, capace di togliere le castagne dal fuoco ai madrileni sfruttando i calci piazzati e i suoi colpi di testa: “Sappiamo che è in grado di risolvere le situazioni difficili del Real trovando queste soluzioni”. E a proposito del probabile rigore su di lui risponde: “Sapevamo di giocare col Real Madrid e l’arbitro…”, ma non dispera del tutto.

Il belga cerca di trarre insegnamenti da queste partite e pensa già ai prossimi match, non senza fare una precisazione sulla sua particolare esultanza di Roma: “Ci aspettano partite importanti in campionato. Volevo chiedere scusa se a Roma ho offeso qualcuno con la mia esultanza: non era mia intenzione, mi piacciono i cani e ho voluto imitare l’esultanza di Finidi George”.