Paganese-Latina, Ricorso alla Corte di Giustizia: i Pontini ci pensano

Sembra infinita la storia di Paganese-Latina di Lega Pro. La gara sospesa per la famosa “buca” al “Marcello Torre” di Pagani è ancora sotto i riflettori.

Lega Pro 2La società pontina, che in prima istanza aveva vinto il ricorso per l’ottenimento dei tre punti a tavolino, ha visto ribaltata la sentenza di primo grado dalla Corte di Giustizia.

La gara “dovrebbe”, il condizionale è d’obbligo, essere rigiocata dal 1^ minuto domenica prossima, quando il campionato di Lega Pro osserverà un turno di riposo.

Infatti la dirigenza neroazzurra ha tempo, secondo norme di funzionamento, fino all’11 marzo per poter presentare ricorso all’Alta Corte di Giustizia Sportiva (ultimo grado di giudizio per le controversie sportive) nel tentativo di ribaltare anche il secondo grado e riottenere l’intera posta in palio senza disputare la gara.

Prima di procedere, però, sembra che i pontini aspetteranno di conoscere le motivazioni della Corte di Giustizia che ha rigettato la richiesta originaria e che ha scatenato polemiche infinite negli ultimi mesi. Infatti, appare quanto meno paradossale che un match di terza serie possa non essere disputato per circostanze del tutto imprevedibili e che si possa richiedere una vittoria con queste modalità. Se ne saprà qualcosa in più la settimana prossima. All’Alta Corte l’ardua sentenza. Forse.