Notizie Champions League: Barça-Psg 1-1, gol di Ibra e Messi (Video)

Una gran bella partita quella giocata al Parco dei Principi, da entrambe le squadre, sia il Psg di Carletto Ancelotti, sia il Barcellona del rientrante (auguri!) Tito Villanova.

PsgUn primo tempo in cui a farla da padrone è il solito possesso palla ragionato e insistente dei blaugrana, che a forza di titic e titoc qualcosa creano sempre; il problema nasce laddove la palla viene persa e le frecce parigine scattano come molle verso Victor Valdes ed una difesa tutt’altro che irresistibile.

Clamorose le opportunità avute da Lavezzi, Ibrahimovic, con ottime parate da parte di Valdes, che capisce che questa non sarà una serata tranquilla. Nel momento in cui il Psg sembra avere in pugno il match, ecco lo squillo del campione: un Lionel Messi fino a quel momento abulico e testardo nel voler fare tutto da solo, si inventa uno splendido controllo e sinistro ad incrociare sullo spettacolare passaggio di esterno destro di Daniel Alves: 0-1 e Parc de Princes ammutolito.

A quel punto la squadra di Ancelotti sembra sgretolarsi sotto i colpi della squadra catalana che inizia a creare e ad impossessarsi del match.

A dire il vero, il secondo tempo non è emozionante come il primo,e la partita sembra incanalata verso lidi ormai conosciuti. Ma all’improvviso succede l’inaspettato: cross in area, colpo di testa di Thiago Silva che finisce sul palo, e Ibra (in chiarissima posizione di fuorigioco) mette dentro sulla ribattuta. 1-1 e palla al centro, con il Psg che dimostra di essere più che mai vivo.

Dieci minuti dopo, però Sanchez subentra in area e Sirigu lo stende: rigore sacrosanto che Xavi trasforma con freddezza. Neanche il tempo di esultare che un tiro senza troppe pretese di Matuidi attraversa un dedalo di gambe e finisce alle spalle dell’incolpevole Valdes. 2-2 finale e mille emozioni per i tifosi francesi e per i catalani accorsi numerosi nella romantica Parigi.

Una gran bella partita, in cui i colpi da campioni non sono mancati; plauso particolare per Ancelotti che ha saputo limitare il Barça e colpire quando possibile. Applausi anche per il rientrante Tito Villanova, che rivede il campo dopo la seconda operazione di esportazione di un brutto male. Auguri a lui e anche agli esteti del calcio, che da questa partita non sono stati delusi.

I Migliori:

Thiago Silva 7: La solita grande prestazione. Lì dietro è l’unico che riesca a dare sempre sostanza e quel briciolo di qualità che per un difensore è sempre una dote non comune. E’ suo inoltre il colpo di testa respinto dal palo sulla quale Ibra si avventa per segnare l’1-1.

Ibrahimovic: 6,5: nella prima mezzora è una folgore di guerra, anche se imprecisa; arriva varie volte davanti a Valdes e alla fine non raccoglie niente. Si spegne poi, per ritornare prepotentemente in scena verso l’80 esimo quando (seppur in palese fuorigioco) segna il fondamentale goal dell’ 1-1. Una risposta chiara a chi diceva che in Europa non fosse decisivo.

Matuidi: 6,5: un buon pennellone del centrocampo, non c’è che dire. Non è un fulmine di guerra ma ci sa fare, gioca semplice e recupera un sacco di palloni. Alla fine trova la gioia personale segnando (anche se con conpartecipazione dei difensori blaugrana) il goal della speranza in vista del ritorno.

Xavi:7: la solita regia ordinata, la solita qualità innata, il senso della posizione che lo porta a non sbagliare mai. Lanci, sventagliate, giocate di prima. Non il miglior Xavi della storia, ma un Xavi sufficiente per far ballare il Psg. Freddo e preciso sul rigore. Una sentenza.

Sanchez:6,5: un passo in avanti rispetto alle ultime apparizioni, prive di gloria. Si muove tanto, svariando su un pò tutto il fronte dell’attacco, ma raccogliendo poco rispetto alla mole di gioco prodotta. Nel finale di partita ha la forza per intrufolarsi in area e guadagnarsi il rigore del provvisorio 1-2. Può ancora essere utile a questo Barcellona, deve volerlo lui però.

Dani Alves:7: nel primo tempo tutte le migliori azioni passano dai suoi piedi, i compagni lo cercano insistentemente e il brasiliano si fa sempre trovare pronto sull’out di destra. Cross e traiettorie beffarde per gli avversari. Poi all’improvviso caccia dal cilindro un coniglio gigantesco: passaggio di esterno destro per Messi che imbuca lo 0-1. Definire fantastica questa prodezza sarebbe un eufemismo bello e buono. Nel secondo tempo corre e lotta mantenendosi su liveli più che accettabili.

Ecco il Video dei Gol: