Napoli-Young Boys, sulla scia della Roma l’obiettivo è vincere in Europa League

napoli roma formazioni

Era da tanto che stavamo attendendo questo Napoli. Finalmente è arrivato. L’exploit contro il Verona. Il preoccupante rallentamento contro l’Atalanta. Poi, finalmente, i partenopei si sono ripresi il ruolo che compete loro nel campionato italiano. Ma non bisogna cantare vittoria. E’ presto: va costruita partita dopo partita, la vittoria.

Con ogni probabilità (almeno speranza vuole) la Juventus e la Roma daranno le possibilità (sicuramente minime, ma ci saranno) di riagganciare la vetta e lottare per il tricolore. Ma va ripetuto come un mantra: non si può più sbagliare, non si può più sbagliare. I passi falsi per questa stagione il Napoli se li è giocati già tutti. Ora è in fase ascendente. E deve durare, se vuole riconquistare la fiducia di chi, a Napoli, aspetta da troppo tempo un riscatto che sta tardando ad arrivare nonostante le continue e ripetute illusioni regalate a cuor leggero.

Gli esami non finiscono mai, recitava il titolo della commedia di Eduardo De Filippo (un saluto al Re incontrastato del teatro partenopeo, scomparso 30 anni e 3 giorni fa). Vale per tutti, ma in questo caso vale soprattutto per la formazione di Benitez. L’allusione, nemmeno troppo velata, è alla partita di giovedì, quando saremo chiamati in causa per toglierci da faccia quei due schiaffoni rimediati in Svizzera.

TUTTE LE NOTIZIE SU NAPOLI-YOUNG BOYS