Napoli-Torino, quel retropassaggio di Aronica per Sansone (Video)

Era il 4 novembre 2012. L’ultimo Napoli di Walter Mazzarri, nel campionato conclusosi al secondo posto alle spalle dell’onnipresente Juventus, affrontava in casa il Torino. Nella settimana della “Commemorazione dei defunti”, Salvatore Aronica fece resuscitare i morti.

Sì! Il Napoli vinceva 1-0 con la rete dell’implacabile Cavani e si accingeva a conquistare 3 punti importantissimi dopo un secondo tempo non certo da ricordare. Quando ecco che uno svagato e disattento Aronica decise con un inspiegabile, incauto, assurdo e paradossale retropassaggio di modificare l’esito della gara ormai già sancito e di intossicare i tifosi azzurri. Gianluca Sansone non crebbe ai suoi occhi.

Si catapultò sul pallone regalato e gelò, così, quasi incredulamente, il “San Paolo” allo scadere dei minuti di recupero del secondo tempo con il suo primo goal in Serie A e soprattutto l’unico di quella stagione con la maglia granata. Un evento da ricordare per lui e per i tifosi granata, da dimenticare per il popolo azzurro. Aronica a gennaio passò al Palermo, chiudendo il suo ciclo napoletano e retrocedendo con i rosanero alla fine della stagione.

Rivedi il video della “giocata” di Aronica

Leggi anche:

Napoli-Torino, Inler: “Vogliamo vincere”

Napoli, Cannavaro: “Benitez doveva darmi un’altra possibilità”