Napoli-Torino 5-3, Risultato Finale

Risultato schiacciante. Napoli-Torino finisce 5-3: Mertens cala il poker. Quarto gol straordinario

Giornata straordinaria per Dries Mertens. Giornata strepitosa per i tifosi al San Paolo. Il Napoli vince e convince, mette in scena il meglio del repertorio di Maurizio Sarri e offre uno spettacolo di grandissimo livello. Il grosso del match si svolge nei primi 23 minuti quando Mertens mette a segno una tripletta. Poi un po’ di calma piatta, la risposta di Belotti per il 3-1, il gol di Vlad Chiriches, Rossettini, il rigore del Torino e il capolavoro di Dries Mertens.

Il folletto belga regala la vittoria al Napoli continuando nella personale striscia positiva: 7 gol di due partite. Un poker e una tripletta. Il quarto gol contro il Torino è però strepitoso. Mertens si defila sulla destra palla al piede, poi il colpo di genio: un cucchiaio in perfetto stile numero 10 che gela Hart e lascia a bocca aperta il tanti tifosi al San Paolo.

Sarri sorride ma, in realtà, non troppo. Difficilmente digerirà i 3 gol subiti. Difficilmente si farà scivolare addosso l’errore di Pepe Reina o quello delle retroguardia su Belotti e sul calcio di rigore. Oggi gli uomini in campo hanno interpretato alla perfezione il suo credo (ma quei tre gol peseranno sull’economia della partita, almeno per Sarri).

94′ Finisce così. Napoli-Torino 5-3.

92′ Ci prova ancora Mertens con un tiro dal limite dell’area di rigore;

91′ Mertens non è mail domo. Gli azzurri provano ancora ad attaccare, senza sosta e l’ingresso di Giaccherini ha concesso ulteriore smalto al reparto avanzato dei partenopei;

84′ Gol del Torino su calcio di rigore. I granata si portano su 5-3;

39′ GOOOOL POKER DI DRIES MERTENS: Mertens risponde subito a Rossettini e sigla il gol del poker personale con un gol straordinario di maradoniana memoria con un cucchiaio straordinario che gela Hart; 

75′ Errore di Reina che costa davvero caro agli azzurri. Sugli sviluppi di un calcio di punizione di Ljajic, Pepe Reina para ma non trattiene. Ne approfitta Rossettini che mette in rete il gol del 4-2;

72′ Dentro Allan, fuori Zielinski;

69′ GOOOOOL Ci pensa Vlad Chiriches a rispondere a Belotti. Il difensore azzurro approfitta di un cross di Callejòn e appoggia in rete. In realtà l’azione prende il via proprio dal difensore partenopeo, palla a Mertes, suggerimento per Callejòn e soluzione vincente di Chiriches;

69′ Jorginho lascia il posto a Diawara: la scelta di Sarri consente sia di recuperare un po’ d freschezza a centrocampo, sia di rispondere alle mosse di Mihajlovic

66′ Baselli lascia il posto a Maxi Lopez;

65′ Nonostante il gol di Belotti il Napoli non molla la presa: gli azzurri dominano il terreno di gioco e provano, con insistenza, a trovare il quarto gol. La supremazia degli azzurri in fondo è netta. Il risultato sembra essere già in cassaforte;

57′ Accorcia le distanze il Torino con Belotti che raccoglie palla in area e mette a segno il gol del 3-1;

48′ Occasione per il Napoli con Callejòn: l’attaccante spagnolo si coordina al volo e cerca la giocata che esce fuori solo di poco;

46′ Si riparte! Napoli e Torino riprendono da dove si erano lasciati. Mihajlovic rinuncia però a Valdifiori e lancia in campo Lukic dal primo minuto della seconda frazione di gioco. Per Maurizio Sarri solo conferme;

45′ L’arbitro Doveri fischia il termine della prima frazione di gioco proprio mentre Mertens mette a segno un gol da centrocampo chiaramente non valido perché a bocce ferme. La prima frazione di gioco è senza dubbio tutta a vantaggio degli azzurri che riescono a mettere in campo il meglio della scuola Sarri. La prima parte della partita consente al Toro di ritrovare almeno una decina di minuti di stabilità poi Mertens spegne le velleità granata e si abbatte, con tutta la sua potenza, sull’undici di Mihajlovic;

40′ Il Napoli gioca in scioltezza. Gli azzurri, forti del risultato e della tripletta del nuovo mattatore partenopeo, amministrano il gioco mettendo in campo tutta la scuola del maestro Sarri con straordinaria tranquillità. Profondità di gioco, attenzione e concentrazione, fraseggio preciso: gli azzurri corrono su ogni palla gestendo il gioco e cercando con continuazione la profondità. Insomma la tripletta di Dries Mertens consente al Napoli di giocare con il massimo della tranquillità e, forse, è proprio in queste situazione che viene fuori il meglio del repertorio azzurro;


38′ Ancora un occasione da gol per il Napoli. Ancora Lorenzo Insigne che prova a sorprendere il Torino. Gli azzurri, in realtà, potrebbero già dilagare: il confronto del resto fino a questo momento è del tutto impari;

mertens-tripletta

32′ Ci prova Lorenzo Insigne con un gran tiro a giro. Ad evitare il peggio Hart (migliore in campo per il Toro nonostante i tre gol subiti) che devia in calcio d’angolo;

31′ Spettacolo al San Paolo: ci prova Marek Hamsik e costringe il Toro a deviare in calcio d’angolo l’ennesima occasione da gol degli azzurri. Un nulla di fatto sugli sviluppi del calcio d’angolo;

23′ Altra occasione per Dries Mertens: palla fuori di poco. Il Torino rischia la debacle;

mertens-napoli-torino22′ GOOOOL: arriva anche la tripletta di Dries Mertes. Azione rocambolesca ma alla fine, dopo un triplice tentativo, arriva il folletto belga e conclude a rete per la tripletta personale. Anche stavolta l’attaccante napoletano dovrà portarsi a casa il pallone;

21′ Ci prova il Torino con Ljajic che dalla lunga distanza tenta di impensierire Reina senza però riuscire a centrare lo specchio della porta;

18′ GOOOOL! Ancora Dries Mertens su calcio di rigore!

16′ Rigore per il Napoli! Barreca atterra Dries Mertens: Doveri non ci pensa su due volte e assegna il calcio di rigore;

13′ GOOOOOOL! CI PENSA DRIES MERTENS A SBLOCCARE LA GARA! Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Mertens approfitta di qualche indecisione di troppo della difesa del Torino e trova il tocco vincente.

13′ Ancora Napoli. Insigne e Callejòn mettono in difficoltà la retroguardia granata. Rimedia Barreca e rinvia in calcio d’angolo;

8′ Occasione Napoli: Mertens si avvia verso la porta avversaria dal centro dell’area ma viene messo giù. Poteva essere calcio di punizione ma per Doveri nessun fallo degno di nota;

2′ Calcio di punizione per il Napoli sulla trequarti granata. Sulla palla va Ghoulam con un clamoroso tiro a giro che per poco non sorprende la retroguardia granata. Traiettoria quasi perfetta;

15.02 Inizia Napoli-Torino! Via al match con qualche minuto di ritardo; fischia Doveri. La prima palla toccata è per il Torino. Gli azzurri recuperano però palla in fretta. I primi attimi di gioco sono tutti per il Napoli che fa valere, fin dalle prime battute, la supremazia territoriale;

14.56 Fanno ingresso in campo le squadre. Via alla 17-esima giornata di Serie A anche per il Napoli. Quella contro il Torino è la prima sfida post qualificazione Champions.

14.29 Il Napoli in campo per il riscaldamento prima della sfida contro il Torino. Per gli azzurri le formazioni ufficiali confermano le attese della vigilia. Sarri, insomma, non si smentisce: spazio all’undici più brillante delle ultime gare.

Questi i ventidue uomini che si sfideranno in campo per Napoli e Torino.
Napoli (4-3-3): Reina, Hysaj, Albiol, Chiriches, Ghoulam, Zielinski, Jorginho, Hamsik, Callejon, Mertens, Insigne.
Torino (4-3-3): Hart; De Silvestri, Rossettini, Moretti, Barreca; Zappacosta, Baselli, Valdifiori; Benassi, Ljajic, Belotti.

Il Napoli per continuare la ricorsa, il Torino con il suo calcio frizzante. Dalle 15.00, la diretta live di Napoli-Torino con aggiornamenti del risultato in tempo reale dallo Stadio San Paolo. Gli azzurri proveranno in un sol colpo a superare il Milan e ridurre il distacco dalla Roma, sconfitta dalla Juventus. Il Torino proverà invece ad avvicinarsi alla zona Europa League in una gara che, comunque, si preannuncia stimolante per le due mentalità in campo.

Le scelte per Sarri e Mihajlovic sono praticamente fatte. Il tecnico dei partenopei, in difesa, riparte da Albiol e Chiriches con Hysaj e Ghoulam sugli esterni. Centrocampo giovane con Zielinski e Diawara che affiancheranno il capitano dei record Marek Hamsik. In attacco il trio collaudato composto da Callejòn, Mertens e Insigne.

Mihajlovic si affida invece a Rossettini e Castan in difesa. A Zappacosta e Barreca l’onere di fermare le incursioni del Napoli sugli esterni. Centrocampo a tre con Benassi, Valdifiori e Baselli. In attacco il trio granata è composto da Iago Falque, Belotti e Ljajic.

Formazioni, quindi, assolutamente speculari per il Napoli di Sarri e il Torino di Mihajlovic. Queste le formazioni pronte a scendere in campo dalle 15.00:
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Chiriches, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All.: Sarri
Torino (4-3-3): Hart; Zappacosta, Rossettini, Castan, Barreca; Benassi, Valdifiori, Baselli; Iago Falque, Belotti, Ljajic. All.: Mihajlovic.

TUTTE LE NOTIZIE SU
NAPOLI-TORINO