Napoli-Sparta Praga, i dubbi di formazione di Benitez

Il Napoli sta attraversando un momento delicato, la partita contro lo Sparta Praga a distanza di pochi giorni dalla sconfitta contro il Chievo arriva al momento giusto. Una vittoria al San Paolo consentirebbe almeno per il momento di mettere a tacere tutte le critiche che sono piovute in questi giorni, e dare un po’ di serenità a tutto l’ambiente.

Occorre subito la sterzata, se il Napoli dovesse continuare con questi risultati rischierebbe di entrare in un labirinto senza via d’uscita. Benitez da uomo esperto di calcio questo lo sa benissimo, ed allora tocca a lui risolvere i problemi di questa squadra, e dimostrare che lo scivolone in campionato contro il Chievo sia solo figlia della sfortuna.

Purtroppo il Napoli che abbiamo visto in queste quattro partite ufficiali non è cambiato rispetto alla passata stagione. Gli errori sono frutto di una contraddizione tattica. Benitez sta manifestando un integralismo eccessivo. Il tecnico si ostina a giocare con il modulo 4-2-3-1, mentre il centrocampo ha dimostrato chiaramente di non avere la forza di reggere con due soli uomini tutto il reparto. Anche quando gli azzurri sono in vantaggio, l’abbiamo visto a Genova come a Bilbao, sono sempre in difficoltà ed in balia della squadra avversaria.  La fragilità difensiva non permette alla squadra di gestire le partite, questo aspetto fa la differenza. Con la rosa che ha a disposizione il tecnico spagnolo potrebbe optare per un più equilibrato 4-3-3.

Altra grana da risolvere, il caso Insigne. Il ragazzo dopo la contestazione contro il Bilbao è stato al centro di numerose polemiche, ed ha perso la serenità necessaria. L’attaccante napoletano sbaglia anche le cose più semplici, soprattutto sotto porta, e visto il clima che tira sugli spalti sarebbe il caso almeno per il momento che Benitez decida di schierare Mertens titolare.

Alcuni uomini chiave della passata stagione non stanno rendendo al massimo e sono apparsi in una condizione di forma precaria. I fedelissimi Callejon ed Albiol, gli uomini che il tecnico ha voluto a Napoli a tutti i costi stanno deludendo le aspettative. Insomma una situazione davvero complicata che Rafa Benitez può con la sua esperienza ed il suo carisma risolvere al più presto. D’altronde è ancora troppo prematuro per dare giudizi definitivi e nulla è ancora compromesso.

Leggi anche: