Trova sempre il pelo nell’uovo perché è un perfezionista Maurizio Sarri che dopo la vittoria per 3-1 del Napoli contro il Sassuolo ha recriminato con i suoi perché la gara non l’hanno chiusa prima. Infatti nell’analisi della gara sottolinea: “Abbiamo fatto bene, perché siamo andati sotto dopo due minuti e la situazione era difficile, contro una squadra forte e organizzata. L’unica pecca è che la partita poteva essere chiusa molto prima”. E’ nel carattere del tecnico azzurro che pretende sempre tanto dai suoi uomini comportarsi in questa maniera.

SARRI: “ALLO SCUDETTO NON CI PENSIAMO”

Naturalmente poi il discorso cade sul Napoli capolista e sullo Scudetto che ormai non è più un sogno, ma Sarri non cade nel tranello e continua nel solito refrain che porta avanti ormai da mesi: “Non possiamo ancora pensare così. Dobbiamo pensare che martedì abbiamo un incontro difficile contro l’Inter e poi bisogna andare a Genova per la Sampdoria. Il nostro orizzonte temporale deve essere questo”. Insomma andare avanti per piccoli passi in maniera da non fare il passo più lungo della gamba. E’ la filosofia di Sarri è quella di questo Napoli vincente.

NAPOLI-SASSUOLO 3-1: TUTTE LE NOTIZIE