Napoli-Sampdoria 2-2 (2015-16), Migliori e Peggiori: Albiol Flop

Il debutto casalingo del Napoli di Maurizio Sarri contro la Sampdoria non sarà certo un buono spot per sanare lo scetticismo dei tifosi dopo la sconfitta della scorsa settimana al Mapei Stadium. Sono 25.000 questa sera al San Paolo, una cifra sicuramente non in linea con i numeri registrati al debutto nelle scorse stagioni, e sicuramente non saranno tornati a casa contenti. Un film già visto troppe volte negli ultimi anni, di una squadra in grado di produrre a tratti un calcio di alta qualità, salvo poi subire inspiegabili cali di tensione e palesare evidenti falle nel reparto difensivo.

Parte bene il Napoli, con un Insigne strepitoso che serve Higuain per la rete dell’1-0 e delizia il pubblico con un paio di giocate fenomenali. La Sampdoria sembra essere ben poca cosa e mezz’ora dopo la rete del vantaggio arriva anche la doppietta per il Pipita. Partita che sembrerebbe in ghiaccio, con un netto dominio tecnico e fisico del Napoli, vanificato da 5 minuti da incubo della retroguardia azzurra, con Eder e Muriel che fanno terra bruciata nell’area napoletana: 2-2. I tifosi rivedono i soliti spettri del passato e l’idea che sul mercato si potesse intervenire di più e meglio sulla qualità del reparto difensivo continua ad ottenere conferme. Rischiamo addirittura di perderla questa partita, quando Muriel chiama al miracolo uno strepitosoReina con un siluro da fuori area. Sterile l’assalto finale, con qualche perplessità sulle sostituzioni di Sarri che non lancia nella mischia Mertens e Gabbiadini.

Che serva ancora del tempo per assimilare le nuove idee di gioco è già stato detto e probabilmente qualche passo avanti sulla qualità del gioco è stato fatto rispetto alla prima partita, ma per puntare ad un campionato di vertice non si può buttare via la prima parte della stagione. Speriamo che si trovino presto le giuste contromisure!

Ecco i top e i flop della partita.

TOP:

-LORENZO INSIGNE: ai dubbi sulla capacità nel ricoprire il ruolo di trequartista risponde con quella che è probabilmente la prestazione migliore da quando veste la maglia azzurra. Un assist, un palo colpito e un paio di tiri pericolosi, oltre ad alcune giocate da talento puro ed una presenza costante nella manovra offensiva azzurra. Avrebbe meritato la gioia del gol.È lui il man of the match!

-GONZALO HIGUAIN: segna una bella doppietta, premiato nei movimenti dai passaggi dei compagni. Ottima intensità nel primo tempo: nonostante qualche controllo sbagliato si sacrifica con la squadra in fase di recupero ed è sempre pericoloso per la retroguardia ligure. Buona l’intesa con in compagni di reparto. Crolla fisicamente nel finale di partita, ancora lontano dalla forma migliore.

-PEPE REINA: per poco non para il rigore ad uno specialista come Eder e soprattutto mette la manona sul missile di Muriel che poteva valere i 3 punti per la Samp. Compie oggi 33 anni: auguri Pepe!

FLOP:

-RAUL ALBIOL: 5 minuti da incubo in cui si fa “deridere” dalle finte di Muriel e Eder. Prima causa il rigore del 2-1 e poi si fa nuovamente mettere a sedere da Eder in occasione del pareggio blucerchiato. Finora mai messo in discussione nel suo ruolo di titolare al centro della difesa, ma le prime due uscite stagionali gettano ombre sulla sua superiorità rispetto ai compagni di reparto. Peggiore in campo.

-LE SOSTITUZIONI DI SARRI: dettate sicuramente dalla necessità di gestire le forze fisiche dei giocatori, ma sul 2-2 forse sarebbe stato più utile gettare nella mischia Gabbiadini o Mertens piuttosto che Ghoulam. Maluccio anche David Lopez e Jorginho, subentrati a Allan e Valdifiori, autori di una partita sufficiente.

NAPOLI-SAMPDORIA 2-2: TUTTE LE NOTIZIE