Napoli-Roma 2014-2015, Benitez: “Parliamo solo di pallone”

Napoli-Roma, il big match di sabato 1 novembre, è alle porte. Per gli azzurri la gara vale tantissimo, per i tifosi napoletani la partita è di quelle determinanti, di quelle sangue e arena in cui i giocatori dovranno dare tutto in campo. In ballo non ci sono soltanto i tre punti: la rivalità storica ed i fatti di Roma che hanno condotto alla morte di Ciro Esposito, impongono all’undici titolare di Benitez di giocarsela a viso aperto, senza remore o paure. Il Napoli deve scendere in campo per lottare e vincere.

Benitez prova però a stemperare un tantino la tensione o, almeno, a sottrarre i giocatori dal peso simbolico della gara. Lo fa nella consueta conferenza post gara al termine di Atalanta-Napoli: “La partita contro la Roma sarà una gara tra squadre di livello ma, prima e dopo, dovremo parlare di pallone.” Il tecnico del Napoli non ci sta a rientrare nel vortice delle polemiche e degli scontri tra ultras. È innegabile però che un’eventuale vittoria sarebbe dedicata a Ciro Esposito. Anche Bigon lancia un appello: “I tifosi sanno che l’atmosfera di sabato deve essere all’insegna della sportività.”

TUTTE LE NOTIZIE SU NAPOLI-ROMA

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Napoli-Roma (1 novembre 2014): orario, diretta tv e streaming

Calciomercato Napoli, News per Gennaio: si lavora per il reparto difensivo