Napoli-Pescara, Probabili Formazioni: Pandev Out, Insigne-Cavani in Attacco

Tutto pronto per la sfida tra Napoli e Pescara. Facendo un resoconto della settimana di allenamenti è possibile avanzare delle probabili formazioni. Per i partenopei facile prevedere un Pandev ancora out e di conseguenza un tandem d‘attacco composto da Insigne e Cavani. Durante questa settimana, infatti, la fomazione guidata da Walter Mazzarri ha tenuto a Castel Volturno diverse sedute di allenamento mattutine volute dal tecnico per abituare il fisico dei calciatori a svolgere l’attività allo stesso orario in cui si giocherà domenica la partita con il Pescara, anticipo di campionato delle 12.30.

Ancora una volta è stato registrato un lavoro differenziato per Pandev e Aronica, entrambi alle prese con un fastidio alla caviglia. Tutto lascia dunque intendere che il macedone non sarà in campo, facendo prevedere la coppia d‘attacco composta dal Matador Edinson Cavani e dal fenomeno partenopeo Lorenzo Insigne.

Anche sul fronte del Pescara in settimana sono state realizzate sedute di allenamento al mattino all’Antistadio Adriano Flacco di Pescara, davanti a un centinaio di tifosi. Cascione e compagni hanno effettuato riscaldamento tecnico, esercitazioni per la fase di transizione, possessi palla tattici e alla fine partitelle a ranghi misti. Durante l’allenamento di martedì si è fermato il croato Ante Vukusic per un risentimento muscolare all’adduttore (sinistra). E‘ stato registrato anche un riposo precauzionale per il serbo Uros Cosic, a seguito di uno scontro in allenamento. Terapie per Quintero, Blasi e Colucci, tutti indisponibili per la gara di Napoli. In dubbio anche il brasiliano Jonathas che ha svolto allenamento differenziato.

Ecco, quindi, le probabili formazioni. Il Napoli dovrebbe scendere in campo con il classico 3-4-1-2: De Sanctis; Gamberini (Campagnaro), Cannavaro, Britos; Maggio (Mesto), Inler, Bherami, Zuniga; Hamsik; Cavani, Insigne. Allenatore: Walter Mazzarri. Difesa a 3 anche per il Pescara (3-5-2): Perin (Pelizzoli); Romagnoli, Terlizzi, Bocchetti; Zanon, Bjarnason, Togni, Cascione, Modesto; Weiss, Abbruscato. Allenatore: Cristiano Bergodi.

Tutto pronto, dunque, per la sfida, incontro che fa sperare gli azzurri in un aggancio (o addirittura in un sorpasso) alla Juventus in vetta alla classifica, impegnata nel derby contro il Torino. Le possibilità di una probabile sconfitta della capolista sono basse ma non sono del tutto nulle: i granata finora hanno dato fastidio a tutti e ne sanno qualcosa la Fiorentina, la Lazio e lo stesso Napoli, che hanno dovuto mollare due punti.

Ventura di sicuro cercherà di fare qualche sorpresa ai bianconeri. La difesa granata e’ una fra le meno battute del campionato. Conte e Alessio dovranno fare anche col fatto che a breve c‘è la trasferta decisiva di Champions sul campo dello Shakhtar. Insomma, la stagione è a una svolta, per la Juventus, chiamata a capire se è una formazione capace di affrontare con successo camppionato ed ipegni internazionali.

La sconfitta di Milano, da questo punto di vista è stata un campanello d‘allarme. D‘altro lato Napoli-Pescara teoricamente dovrebbe essere una partita facile per la squadra di Mazzarri. Con un po‘ di fortuna, quindi, e soprattutto tanta capacittà di essere cinici, gli azzurri potrebbero portarsi in vetta alla classifica.