Associato a diverse squadre e dato per partente nella scorsa sessione di mercato, Dùvan Zapata sta collezionando partita dopo partita numeri da fuoriclasse. Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, il prodigio azzurro è andato a segno quattro volte su quattro partite disputate da titolare, mentre le reti totali sono cinque. Se la matematica non è un’opinione, i calcoli e le statistiche parlano per lui: minuti totali giocati 403, goal realizzati 5, una media di un goal ogni 81 minuti in campo. Non sono i numeri di Higuain, il titolare, ma del suo vice.

Ma a lui non interessano questi calcoli, per lui l’importante è portare la squadra alla vittoria, come è successo ieri contro il Sassuolo: “Sono molto felice per aver segnato e per la vittoria; sapevamo che era una partita importante per noi in chiave secondo posto. Possiamo raggiungere il nostro obbiettivo solo se continuiamo a giocare così“.

Ottime le sue prestazioni quando viene chiamato in campo da Benitez, facendosi trovare sempre pronto: “Conosco il mio ruolo e quando sono chiamato da Benitez mi faccio trovare sempre pronto“. Fu proprio il tecnico spagnolo a non farlo partire a gennaio, e come lo stesso allenatore afferma: “Zapata sta giocando benissimo ed è difficile tenerlo fuori, ha un solo problema che si chiama Higuain […] lui comunque deve fare sempre così, facendosi trovare pronto quando viene chiamato in causa”.

Leggi anche: