Napoli, Mertens non è più Titolare: ora è un caso

dries mertes napoli

Il Napoli ha iniziato il nuovo anno con tante certezze: La convincente vittoria ottenuta sul campo del Manuzzi e soprattutto il successo di Doah in Supercoppa ha rilanciato notevolmente le ambizioni degli azzurri. Ci sono tante note liete da registrare che fanno ben sperare per il futuro. Rafa Benitez ha ritrovato finalmente alcuni elementi chiave della sua squadra che in passato erano venuti a mancare.

Uno di questi non è sicuramente Dries Mertens. A Cesena c’è stata l’ennesima esclusione amara ed inaspettata del folletto belga dall’undici titolare. Questo doveva essere l’anno della definitiva consacrazione per l’ex Psv, che però non è arrivata. L’anno scorso infatti il folletto belga aveva davvero stupito tutti: 11 reti, giocate di classe e 8 assist decisivi, lo avevano fatto diventare di diritto uno degli idoli della tifoseria partenopea.

Il ballottaggio con Insigne e la preferenza del tecnico spagnolo leggermente orientata verso il napoletano sembrava non averlo scalfito più tanto. Ora però Mertens pare aver subito un’involuzione, non tecnica per carità, ma dal punto di vista psicologico. Il fantasista belga sembra un lontano parente di quello ammirato la stagione scorsa, forse credeva di trovare finalmente più spazio dopo l’infortunio capitato ad Insigne, ed invece Benitez ora gli sta preferendo l’olandese De Guzman che per altro non è un esterno di ruolo.

Che il feeling tra i due si sia rotto? Possibile, ma per il momento non c’è ancora un caso Mertens. Rumors di mercato dicono che il calciatore belga ha parecchi estimatori soprattutto all’estero, e l’anno prossimo potrebbe decidere di cambiare aria se dovesse accorgersi definitivamente di non avere più la giusta considerazione da parte del tecnico Rafa Benitez. 

Leggi anche: