Napoli, la vittoria della Coppa Italia corona la stagione 2013-2014

Il Napoli vince la quinta Coppa Italia della sua storia, secondo trofeo dell’era De Laurentis. Vittoria meritata che corona una stagione positiva, e si spera possa  far crescere ulteriormente gli azzurri sotto il profilo caratteriale. Anche la Fiorentina per lunghi tratti ha giocato bene, ma paga a caro prezzo la prima mezz’ora della partita dove ha subito nettamente il gioco e la velocità degli azzurri.

Il Napoli infatti parte alla grande, prende subito in pugno la gara, mentre la Fiorentina fatica ad entrare in partita. Soprattutto i primi 25 minuti sono un monologo degli azzurri, che sfiorano il vantaggio due volte con Higuain, miracoloso il salvataggio di Borja Valero proprio sulla linea della porta. Pressing a tutto campo e gioco in velocità, fanno si che il Napoli passi  in vantaggio meritatamente con una grandissima azione del capitano azzurro Marek Hamsik. Cavalcata di 40 metri irresistibile dello slovacco, che serve Insigne in area di rigore, classico tiro a giro del napoletano e palla in rete. La squadra viola non reagisce, anzi è in balia degli azzurri, che sono devastanti quando ripartono in velocità. Il secondo gol è quasi simile al primo, ma questa volta è Higuain che complice un errore avversario, supera Savic con un dribbling secco, e crossa in area  ancora per l’attaccante napoletano, che questa volta di sinistro batte nuovamente l’estremo difensore viola , portando il Napoli sul 2-0.

Prima doppietta dello scugnizzo azzurro, proprio nella partita più importante della stagione, lui che in tutte le competizioni ne ha realizzati appena 6 quest’anno. Si teme il tracollo per la Fiorentina sotto di due gol, ed invece grazie alle solite amnesie difensive azzurre, la squadra viola accorcia le distanze. Classico movimento di Ilicic a rientrare, inserimento del centrocampista peruviano Vargas che con un bel tiro a volo batte Reina. Come spesso accade nel calcio, un episodio può far cambiare totalmente l’andamento di una gara. Dopo il gol infatti,è tutta un’altra partita, la Fiorentina rinfrancata inizia a macinare gioco. Il Napoli arretra ed aspetta l’occasione per chiudere la gara in contropiede.

Complice anche l’inferiorità numerica per l’espulsione di Inler al 79′ per doppia ammonizione, gli azzurri inevitabilmente iniziano a soffrire, e la squadra viola si divora il pareggio con Ilicic, che solo davanti a Reina tira a lato. Il Napoli proprio nel momento più difficile della gara a pochi minuti dalla fine trova il gol della sicurezza. Rocambolesca azione degli azzurri, Callejon ruba palla alla difesa viola e serve Mertens, che  solo davanti a Neto non sbaglia e sigla la rete del  3-1.  Apoteosi all’ Olimpico, finalmente il popolo azzurro può liberare la sua gioia. Ascoltare i trentamila tifosi del Napoli intonare le note di ‘O Surdat ‘Nnammurat è una sensazione indescrivibile. Sono queste le scene di spettacolo e felicità che vorremmo vedere sempre in una partita di calcio.

Leggi anche -> Fiorentina – Napoli 1-3, video ampia sintesi finale di coppa Italia

Leggi anche -> Napoli festeggiamenti coppa Italia 2014  in città

 

 

 

Arrestato Ciro Esposito, il tifoso napoletano ferito a Roma?

Probabili Formazioni Napoli-Cagliari 2014: Diretta Tv e Streaming