Napoli-Juventus, Pjanic: “Il San Paolo non ci spaventa”

Pjanic: "Napoli-Juventus sfida stimolante. San Paolo strapieno? Vogliamo vincere"

Il San Paolo si prepara a registrare un doppio sold out in occasione delle due sfide Napoli-Juventus che attenderanno gli azzurri nei primi giorni d’aprile, uno scenario da brividi che non intimorisce Miralem Pjanic. Il centrocampista dei bianconeri, intervistato da Tuttosport, non sembra preoccuparsi dell’atmosfera che si respirerà nell’impianto di Fuorigrotta durante il doppio incontro di campionato e Coppa Italia con gli azzurri.

Napoli-Juventus è una di quelle partite che stimolano i giocatori, se poi la sfida si raddoppia le motivazioni crescono e se i partenopei avranno dalla loro il tifo dell’intero San Paolo, il settore ospiti potrebbe rimanere chiuso, i bianconeri non si lasceranno intimorire: “Sappiamo che hanno un pubblico speciale e che lo stadio sarà strapieno e caldissimo, – ammette Pjanicli rispettiamo molto, ma andremo lì per chiudere il campionato e passare il turno di Coppa Italia”.

Al di là della rivalità che lega le due tifoserie, la Juventus, a detta del bosniaco, nutre grande rispetto nei confronti del Napoli che nel corso delle ultime stagioni si è dimostrato essere un valido avversario e il 2 e il 5 aprile non si smentirà: “Mi aspetto di incontrare una squadra forte, che gioca un calcio offensivo e divertente. Saranno due partite belle da giocare, per un calciatore è il massimo dover affrontare queste sfide”.

juventus-napoli

Pjanic sui favori arbitrali: “Non vengono riconosciuti i nostri meriti. È pesante e triste”

Non solo Napoli-Juventus. Nel corso dell’intervista rilasciata a Tuttosport, Miralem Pjanic ha parlato anche degli ultimi arbitraggi definiti a favore dei bianconeri soffermandosi in particolare sul rigore concesso alla Vecchia Signora nei minuti conclusivi di Juventus-Milan, rigore che ha decretato la vittoria della squadra di Allegri e generato grandi polemiche: “È pazzesco come ogni dettaglio, anche minimo, venga ingrandito se riguarda la Juventus. È pesante e triste perché non vengono riconosciuti fino infondo i risultati che stiamo ottenendo. Capisco la rabbia per aver perso una partita al 95′ su rigore dopo essersi battuti per l’intera partita, ma il rigore c’era: di cosa stiamo parlando? Anche a noi – conclude il centrocampista – sono stati annullati gol validi o rigori che c’erano, capita!”