Napoli-Juventus, Higuain recupera in extremis?

Napoli-Juventus, mancano solo 3 giorni e un infortunato Higuain non prenderà parte alla trasferta al San Paolo. Nonostante ciò, Marotta ci spera.

Napoli-Juventus, l’appuntamento più importante della stagione per entrambe le compagini, è sempre più vicino. Al big match del San Paolo mancherà, per infortunio, Gonzalo Higuain. Il Pipita, operato ieri pomeriggio per una frattura alla mano, non sarà della partita salvo miracoli sportivi. Ma Marotta, quest’oggi, ha lanciato segnali di speranza: “crediamo nel suo recupero e attendiamo notizie dai medici. Lui vorrebbe esserci e farà di tutto per sfidare il Napoli”.

Vedere Higuain calpestare il terreno di gioco del San Paolo è, per il momento, un’utopia. L’attaccante argentino, come raccomandato dai medici bianconeri, dovrà stare a riposo per circa 2 settimane. Sebbene l’intervento chirurgico sia riuscito perfettamente, rischiare una botta o una contusione al gomito sarebbe letale per il bomber della Juve. “Rischiarlo è una follia, rischia un lungo stop”annunciava ieri il dottor Matteo Vitali sull’infortunio del Pipita.

Marotta crede in Higuain

Giuseppe Marotta è attualmente il sostenitore numero uno di Gonzalo Higuain dopo l’infortunio alla mano rimediato dall’attaccante argentino. “Ha il 50% di possibilità di giocare venerdì sera al San Paolo contro il Napoli. Siamo fiduciosi su un suo possibile rientro in extremis” – ha dichiarato stamane il direttore generale della Juve.

Scarse, per non dire impossibili, le possibilità di recuperare il Pipita per Napoli-Juventus. Max Allegri è pronto a riconfermare Mandzukic al centro dell’attacco bianconero, ritrovando una pedina difensiva importante: Giorgio Chiellini. Il tecnico della Vecchia Signora spera di recuperare anche Bernardeschi per la trasferta di Napoli mentre, quasi sicuramente, mancherà all’appello il colombiano Cuadrado.