Napoli-Juventus, Callejon: “Vogliamo un San Paolo strapieno”

Callejon chiama a raccolta i tifosi: "Per Napoli-Juventus vogliamo un San Paolo strapieno"

Manca ancora più di una settimana a Napoli-Juventus, ma il clima è già caldo all’ombra del Vesuvio: tra una polemica e l’altra, la vendita dei biglietti prosegue spedita, il San Paolo farà la sua parte e a Castel Volturno José Maria Callejon e compagni si allenano, in attesa di riabbracciare presto i nazionali e proseguire con loro la preparazione alla doppia importantissima sfida.

Proprio da Napoli-Juventus passeranno gli obiettivi degli azzurri che in campionato si augurano di poter raggiungere il secondo posto a discapito della Roma e in Coppa Italia tenteranno di ribaltare il bugiardo 3-1 dello Stadium al fine di ottenere il pass per la finale. Obiettivi che José Maria Callejon ha ribadito nel corso della sua intervista concessa a Radio Kiss Kiss nel pomeriggio di oggi: “Il secondo posto è quello che vogliamo. Dobbiamo lavorare bene settimana prossima: la Juventus – ammette – è una squadra difficile da affrontare e noi dobbiamo scendere in campo sin dal primo minuto con la testa giusta”.

Un grande aiuto nel raggiungimento dei due obiettivi sicuramente lo darà il San Paolo e tutti i tifosi partenopei che riempiranno lo stadio di Fuorigrotta il 2 e il 5 aprile che non faranno mancare il proprio supporto ai partenopei, è a loro che lo spagnolo si rivolge: “Volevo dire ai tifosi napoletani che vogliamo un San Paolo strapieno, tutti carichi per la partita di campionato e per raggiungere la finale di Coppa Italia”.

Callejon e il sogno Scudetto: “Sarebbe meraviglioso”

Quest’anno il Napoli dovrà accontentarsi del secondo posto, ma la speranza di Callejon e dell’intera squadra azzurra è quella di regalare ai tifosi, in un futuro non troppo remoto, la gioia più grande, lo Scudetto: “Sarebbe meraviglioso, uno sogno per tutti, vincere a Napoli è sempre difficile. Maradona è riuscito a vincerne due, noi ogni anno ci proviamo e speriamo di poter avere delle chance in futuro”.

jose-maria-callejon

Il Napoli ha dimostrato in questa stagione, attraverso la doppia sfida con il Real Madrid, di essere una squadra tosta e nel corso dell’intervista lo spagnolo non poteva non commentare quanto fatto in Champions League: “Abbiamo giocato alla pari per 55 minuti, facendo tutto ciò che potevamo – ricorda -. In queste partite è così, bisogna imparare da queste cose per arrivare il più lontano possibile”. Tra gli obiettivi di Callejon anche la Nazionale: “Io vorrei sempre essere tra i convocati della Spagna, ma è difficile perché ci sono tanti giocatori forti. Questa volta hanno deciso di non chiamarmi, lavorerò qui”.