Napoli-Juventus 2-0, cori e caroselli al fischio finale

La partita tra Napoli-Juventus è finita da poco, il popolo tifosi azzurro è in delirio per la stupenda vittoria siglata dai gol di Callejon e Mertens: una gara vinta sia a livello di gioco che di risultati. Quella gente che è scoppiata in un urlo liberatorio ai due gol, si è riversata, dopo aver cantato al fischio finale “O surdato nnamurato”, nelle strade adiacenti la struttura di Fuorigrotta. Un fiume in piena che ha invaso le strade adiacenti l’Arena azzurra.

Chi non salata juventino è“, queso il coro che va più in voga nella notte napoletana mentre ci si incammina verso i parcheggi per recuperare le macchina che inevitabilmente si ammasseranno in un matrimonio di lamiere per raggiungere la tangenziale. Ma ieri sera non c’era la fretta delle solite volte, c’era il gusto di godersi fino in fondo la serata, tra l’altro calda e senza un minimo di umidità.

Uomini, donne e bambini che si abbracciano per le strade, anche senza conoscerci, in un’orgia di contentezza senza pari. D’altronde è questa la Partita attesa un anno intero e ora con la vittoria in tasca è bello urlare la propria gioia anche per strada perché vincere contro la Juventus è sempre bello. E quindi su le bandiere colorate d’azzurro perché anche se nell’oscurità la vittoria le fa risplendere.

Leggi anche — > Napoli-Juventus 2-0, la cronaca di Alvino al gol di Callejon (Video)

Leggi anche — > Napoli-Juventus 2-0, il boato del San Paolo al gol di Mertens (Il Mattino)