Napoli-Juve, Settore Ospiti Chiuso? Questore: “Aspettiamo il Casms”

Il questore di Napoli Antonio De Iesu si esprime sulla possibile chiusura del settore ospiti del San Paolo in occasione di Napoli-Juve

A meno di 10 giorni dal primo dei due confronti Napoli-Juve, in scena al San Paolo il 2 e 5 aprile, l’idea del questore di Napoli Antonio De Iesu (in attesa della decisione del Casms) è quella tener chiuse le porte del settore ospiti ai tifosi bianconeri per evitare scontri tra le tifoserie. Queste le parole del questore campano rilasciate oggi all’ora di pranzo in una intervista a Radio Kiss Kiss Napoli: “L’orientamento è di vietare la trasferta ai tifosi juventini. Dovrà intervenire anche l’Osservatorio, ma il nostro parere è questo. Con la presenza dei tifosi juventini, sarebbero partite a rischio.”

Il questore di Napoli si rimette quindi alle decisioni del Casms (Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive) e nell’attesa che questo prenda una decisione, nella sua intervista rivolge anche una preghiera ai tifosi del Napoli: “Rivolgo, comunque sarà, un appello ai tifosi azzurri: sostenete la squadra con goliardia ed entusiasmo, ma senza violenza”. 

Settore Ospiti chiuso per Napoli-Juve: questione di reciprocità

Nell’ultimo confronto tra le due squadre (Juventus-Napoli semifinale di andata della Tim Cup) la decisione del Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive è stata penalizzante per i sostenitori del Napoli. In quell’occasione il Casms, in accordo con il prefetto di Torino, decise che per evitare possibili incroci con i tifosi juventini, la vendita dei biglietti per quella partita sarebbe stata vietata a tutti i residenti in Campania, anche se in possesso della tessera del tifoso. Questa cosa non è passata inosservata per il questore di Napoli che fa riferimento anche una condizione di reciprocità se il Casms dovesse approvare la decisione di tenere inutilizzato il settore ospiti dello Stadio di Fuorigrotta.