Napoli-Inter, Gargano a caccia di riscatto

Per rispondere a quegli striscioni e per rispondere a chi lo ha criticato. Napoli-Inter per Walter Gargano sarà una gara assolutamente particolare. Il numero 77 azzurro sa bene che una parte della tifoseria non gli ha perdonato quelle frasi pronunciate durante la conferenza stampa di presentazione all’Inter e, diciamolo, si aspetta anche qualche striscione al San Paolo in occasione della sfida ai nerazzurri.

In questi mesi, però, Walter Gargano da elemento di ripiego è diventato, per Benitez, pedina fondamentale del centrocampo azzurro. Certo, qualche problema tecnico c’è ma da punto di vista tattico il tecnico spagnolo non può fare a meno dell’uruguaiano. Pur di restare a Napoli e pur di ripagare la fiducia accordatagli da Fabio Pecchia, Gargano ha rinunciato alle convocazioni in Nazionale. Come è nella sua indole ha lavorato (e lavora) a testa bassa così come in campo corre e suda a testa bassa. Questo la tifoseria napoletana deve riconoscerglielo (e in parte gli è già stato riconosciuto).

Napoli-Inter per Gargano sarà il momento in cui dovrà dimostrare ai tifosi partenopei che la storia è cambiata, che la stagione nerazzurra è stata una brutta parentesi ormai ampiamente superata. Ormai Gargano funge da metronomo del centrocampo azzurro … cuore e polmoni, come piace a noi. 

Leggi anche: 

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Che fine ha fatto Michu? Infortunio, assenze e il feeling mai nato

Napoli-Inter, Mertens: “Domenica vogliamo vincere”