Napoli-Inter, Benitez: “Vinciamo se giochiamo con intensità”

Napoli-Inter, prima ancora che sfida tra valori tecnici, è sfida tra i rispettivi allenatori. Ma quello che va in conferenza stampa è un Benitez assolutamente pacato che sì, risponde a Walter Mazzarri, ma senza alzare mai i toni. Il tecnico partenopeo infatti è ben consapevole del grande lavoro condotto all’ombra del Vesuvio. Sa esattamente che nessuno potrà togliergli il capolavoro condotto in Champions nonostante l’eliminazione. 

In conferenza, ovviamente, la prima domanda richiama il rapporto tra Mazzarri e la tifoseria napoletana. Molti si interrogano sulla possibilità di fischi all’ex tecnico; Benitez, però, non vuol neanche sentirne parlare: “Se fossi un tifoso applaudirei il Napoli, penserei a come aiutare la squadra e basta.” Ma Rafa supera abbondantemente anche il test della domanda sui suoi trascorsi all’Inter. Nessun desiderio di rivalsa, insomma: “Sappiamo che se vinciamo c’è maggiore distanza ed è fondamentale per noi essere più lontani.”

benitez

La chiave del match sarà, però, sull’intensità che i ragazzi riusciranno a garantire. Il centrocampo a cinque di Mazzarri, che gli azzurri ben conoscono, non è un problema se si gioca con l’intensità mostrata contro nella gara contro l’Arsenal: “Abbiamo fatto bene in Europa con dodici punti, su questo non ci sono discussioni, ma anche in campionato abbiamo fatto bene. Dobbiamo essere più consistenti e vincere ancora più partite” – e ancora – “L‘Arsenal aveva un centrocampo tosto. Dipende dall’intensità che noi abbiamo.”

Sulle dichiarazioni di Walter Mazzarri, poi, il tecnico spagnolo è stato chiaro e netto: “Mazzarri ha fatto un grandissimo lavoro, l’ho detto e lo ridico. Ora c’è un allenatore diverso, giocatori diversi e la società ha scelto una linea diversa.” Insomma, Mazzarri è il passato. Benitez il futuro. 

Leggi anche –> Napoli-Arsenal 2-0, onore agli azzurri eliminati da campioni
Leggi anche –> Napoli-Inter, Mazzarri: “Talvolta l’amore si trasforma in odio”