Napoli-Inter 2015, l’analisi tattica della partita

Calciomercato.Napoli.it vi propone l’analisi tattica di Napoli-Interbig match della quattordicesima giornata del campionato di serie A. Dal punto di visto psicologico entrambe le squadre arrivano a questa sfida sull’onda dell’entusiasmo. Nelle ultime 5 gare Napoli ed Inter hanno avuto il miglior rendimento del campionato, conquistando 4 vittorie ed un pareggio.

Se la formazione del Napoli appare già annunciata, di quella dell’Inter non c’è ancora certezza. Il tecnico dei nerazzurri Mancini in 13 partite ha schierato altrettante formazioni, ed anche sul modulo non ci sono indicazioni. Mancini in questa prima parte di stagione si è sempre schierato con un modulo speculare a quello dei suoi avversari per esaltare le qualità dei singoli di cui dispone, e molto probabilmente lo farà anche contro il Napoli schierandosi con il 4-3-3.  Dunque spazio ai duelli nelle varie zone del campo, chi avrà la meglio potrà aggiudicarsi i tre punti. Molto concreta e forte fisicamente la squadra nerazzurra è la difesa meno imbattuta del campionato. Dalla sua però il Napoli di Sarri ha un’organizzazione di gioco ben definita che esalta le caratteristiche e le qualità dei calciatori. La squadra azzurra dopo un’inizio balbettante ha dato una dimostrazione di forza assoluta, e non ha mai dato l’impressione di soffrire il gioco degli avversari.

La chiave tattica della partita sarà sicuramente sulle corsie esterne ed a centrocampo. I duelli tra gli esterni offensivi contro quelli di difesa, sarà il leitmotiv del match. Anche in mediana ci saranno scontri interessanti, vedremo se avrà la meglio la fisicità e la forza dell’Inter contro la velocità dei centrocampisti azzurri. Infine l’arma in più del Napoli, il pressing ultra offensivo può mettere in seria difficoltà la manovra dell’Inter che non è apparsa affatto irresistibile.

https://www.youtube.com/watch?v=W4NauCKsaFc

Leggi anche: 

 

Napoli-Inter 2-1, De Laurentiis: “Bravi i giocatori, bravo Sarri”

Napoli-Inter, Tuttosport: “Ranocchia o Guarin subito per Mertens a Giugno?”