Napoli-Inter 2-2, fare un po’ di beneficenza non guasta

Chi di noi non ha un amico interista a cui fare del bene? Suvvia, ammettiamolo: ogni tanto un po’ di beneficenza non guasta. E infatti Aurelio dovrebbe scegliere un nuovo sponsor tecnico, tipo qualche ong che aiuta i bisognosi di tutto il pianeta. Regalare pacchi di pasta a fine gara non è sufficiente. La pasta non basta. Eh no, ci vuole qualcosa di dirompente, tipo un fallo da rigore con espulsione a fine gara. E il “tuosseco” che si propaga nel San Paolo raggiunge livelli che la radioattività di Fukushima gli fa un baffo. Eppure le cose sembravano essersi messe per il meglio.

Domenica sera, una gitarella fuori porta e al ritorno, virata in direzione di una famosa pizzeria in provincia. L’auto sfreccia in autostrada, lasciandosi alle spalle, come un miraggio, il casello di “San Giorgio C.”. Le premesse ci sono tutte ma viene il sospetto che quella “C.” non stia per “Cremano” e la pizza che ci viene servita, oltre ad essere cruda, tiene pure il pomodoro con un’acidità pari al “tuosseco” di fine partita. Nemmeno Sky in questo locale: avranno anche loro adottato la politica ufficiale della Ssc Napoli?

E così l’incornata di Hamsik la serve il sempre puntuale Mimmo da Napoli con un video su WatsApp, mentre il “golazo” di Gonzalo si sbircia da un tablet di un avventore della pizzeria, fra una frittura e una provoletta. Il resto della cronaca lo ascoltiamo in macchina, indovinate da quale emittente? Radio Rai, giusto per non farci mancare niente. La notizia del pareggio arriva proprio quando la famosa “C.” del casello compare per esteso: “Canavese”. Mannaggia alla pummarola acida…Michele, where are you?

E forza Napoli sempre!

Lino Mergel

NAPOLI-INTER 2-2: TUTTE LE NOTIZIE

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Napoli-Dinamo Mosca, incontro Bigon-Benitez a Castelvolturno

Calciomercato Napoli, Pellegrini possibile allenatore azzurro?