Napoli, il Valore di Insigne Aumenta Giorno Dopo Giorno

E’ andato vicino alla sua prima convocazione con la Nazionale maggiore. Alla fine Cesare Prandelli non l’ha convocato e Lorenzo Insigne si è dovuto “accontentare” della chiamata dell’Under 21. Posto da titolare garantito, maglia numero 10 sulle spalle ed un gol in apertura, dopo circa un minuto di gioco, contro i malcapitati pari età dell’Olanda (poi sconfitti con il risultato finale di 0-3, a segno anche l’altro “scugnizzo” Immobile).

Insigne Esultanza

Lorenzo Insigne non finisce mai di stupire: ancora una volta fa parlare (e bene) di sé, si fa apprezzare anche davanti ad una platea internazionale e dimostra di essere pronto per la definitiva (e meritata) consacrazione nel calcio che conta.

Il suo valore aumenta di giorno in giorno: sin dal primo prestito alla Cavese, stagione del suo esordio tra i professionisti (Lega Pro), il valore del fantasista di Fuorigrotta è andato crescendo, prima lentamente, poi vortiginosamente, nelle settimane dell’exploit definitivo con la maglia del Pescara di Zeman.

Una crescita senza soluzione di continuità che non stupisce più di tanto chi, come ad esempio il team manager Santoro, l’ha scoperto in una delle tante scuole calcio dell’hinterland napoletano.

Un talento impresso nel cognome Insigne e in questa famiglia di Frattamaggiore che conta addirittura tre figli calciatori: Lorenzo e Roberto al Napoli (con il secondo nella Primavera) ed il fratello maggiore Roberto che milita nella squadra dell’Orta di Atella (provincia di Caserta), nel campionato regionale di Eccellenza.

I tifosi, che l’hanno già eletto a loro nuovo beniamino, intanto bruciano le tappe: per loro Insigne è già nel presepe napoletano. Realizzato, infatti, a tempo di record, il pastore a lui dedicato. Il campionato non è ancora iniziato, ma subito dopo l’amichevole estiva con il Bayer Monaco, in cui Lorenzinho è stato l’indiscusso protagonista, gli artigiani di San Gregorio Armeno si sono messi all’opera senza perdere tempo…

Scritto da Gianluca Capiraso

Nato ad Avellino nel 1982, iscritto all'Albo Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti nel 2000 (a soli 18 anni), da 5 anni vive a Milano dopo aver "girovagato" tra Roma e Firenze. Il suo primo articolo, pubblicato su un quotidiano locale, risale a inizio 1998, neanche 16enne. Segue da vicino le vicende sportive di diversi club italiani, dalla serie A alla Lega Pro. Segui @Capiraso

CalcioMercato Napoli, Chavez Ceduto in Prestito

Primavera Napoli, Sconfitta in Amichevole ad Avellino (3-0)