Da scarto a pedina fondamentale del centrocampo azzurro. È un po’ questa la storia del riscatto di Walter Gargano che passa, inevitabilmente, dai fischi del San Paolo e dalle critiche per quelle frasi pronunciate ai tempi dell’Inter. El Mota sembra essere diventato un elemento imprescindibile dello scacchiere tattico di Rafa Benitez ma, secondo quanto riferito da Il Mattino, sarebbe tutto merito di Fabio Pecchia.

Walter Gargano non rientrava affatto nei piani di Benitez per questa stagione, almeno all’inizio. Poi i suggerimenti di Pecchia e la decisione di puntare tutto sul centrocampista uruguaiano. La scelta è stata senza dubbio azzeccata: Gargano sta ripagando sul campo la fiducia accordatagli dal mister all’inizio della passata stagione. Ha lavorato duramente, ha rinunciato alle convocazioni in Nazionale fino a riguadagnarsi la stima del San Paolo.

Corsa e polmoni, quella maglia sudata che piace tanto agli ultras: Gargano è su ogni palla. Mette grinta e cuore in ogni battaglia condotta. Ogni volta che il mister lo chiama in causa per affiancarlo a David Lopez, acquisto azzeccatissimo della passata stagione, l’uruguaiano non delude mai le aspettative. Certo … la qualità è sempre quella che è ma il lavoro che Benitez gli chiede di svolgere, Gargano lo esegue alla perfezione.

Una storia a lieto fine insomma … da scarto di mercato a pedina fondamentale. È questo il riscatto di Walter Gargano.

Leggi anche: