Finalmente il Napoli ha il suo leader. Higuain e la sua fame di vittoria adesso si stanno canalizzando nella direzione giusta. Fino a qualche partita fa se mai si fosse potuto mettere in discussione il talento del Pipita, comunque c’era da registrare che qualche ingranaggio stentava a girare come doveva. Ne è la riprova la rabbia che spesso il bomber azzurro esprimeva in campo ma che riusciva a tradursi solo in proteste contro l’arbitro (e annessi inutili cartellini gialli) e ancora più dannose contro la sua truppa.

Forse la vittoria della Supercoppa, forse la presa di coscienza che le due dirette avversarie sono capaci di commettere errori molto più frequenti di quanto si potesse ipotizzare a inizio stagione. Fatto è che il Pipita oggi è diventato il Re Leone che tutti avevano sognato al suo arrivo all’ombra del Vesuvio. Sempre più freddo e lucido. Sempre più capace di trovare il giusto equilibrio tra la sua naturale propensione di attaccante ad essere prima donna e giustamente egoista, e quella capacità di riuscire a fare assist col contagiri, espressione di una visione di gioco molto più da regista che da numero 9: il suggerimento che ha poi fruttato la prima rete degli azzurri è un tocco di genio difficile da imitare per rapidità di esecuzione e colpo d’occhio.

Con un Pipita del genere, sempre sperando che il trend positivo si stabilizzi e rafforzi ulteriormente un gruppo che sta pian piano acquistando consapevolezza del propri mezzi, ci potrebbe essere da divertirsi. Facendo i dovuti scongiuri, ci sono ancora importanti risultati che per questa stagione sono alla portata del Napoli. Per il Napoli di questo ultimo mese e per quello che sta maturando, sperando che continui a seguire la giusta direzione.

TUTTE LE NOTIZIE SU CHIEVO-NAPOLI