Alberto Gilardino intervistato dal Corriere dello Sport ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla sfida che Napoli e Genoa giocheranno lunedì 24 febbraio alle ore 21. Il bomber dei grifoni ha in particolar modo parlato non solo del match valido per 25a giornata di Serie A, ma anche dell’attuale forza degli azzurri e se è mai stato veramente vicino a vestire la maglia dei partenopei.

“Rispetto alla scorsa stagione il Napoli ha cambiato molti giocatori, l’allenatore e il sistema di gioco, ma ha comunque una squadra fortissima: Higuain, Callejon e Mertens là davanti fanno la differenza e si sono aggiunti a campioni come per esempio Hamsik. Andremo a Napoli per fare la nostra partita e per metterli in difficoltà, ma al San Paolo non sarà facile” sono le parole di Gilardino che poi analizza il come mai gli azzurri pur essendo una grande squadra ancora non sono all’altezza di vincere uno scudetto “La Juventus  purtroppo per loro ha ancora qualcosa in più in tutti i reparti e un allenatore che fa la differenza. Conte ha la mentalità vincente e ha dato al gruppo un’identità forte. I bianconeri vinceranno il terzo campionato di fila“, è la sentenza finale dell’attaccante del Genoa.

Il bomber poi parla dopo aver negato di essere stato in passato vicino a vestire la maglia del Napoli, parla del San Paolo e dei suoi ricordi in questo stadio: “E’ un palcoscenico che mi piace molto e con la Fiorentina di Prandelli lì ho segnato una doppietta che ci ha permesso di rimontare e di vincere 3-1. E’ uno dei tanti bei ricordi che mi restano dell’esperienza a Firenze”.

Leggi anche -> Napoli-Genoa, rientrano Albiol, Fernandez e Ghoulam

Leggi anche -> Napoli-Genoa, biglietti: prezzi, info e modalità di acquisto