Napoli-Fiorentina 3-0: la cronaca della partita

Come la fenice che rinasce dalle ceneri, riecco il Napoli bello e cinico che senza difficoltà piega la Fiorentina di Vincenzo Montella e si riporta momentaneamente al quarto posto in classifica.

Riecco la squadra che fa appassionare i tifosi, la squadra che riesce a portarsi a casa tre punti importanti per il campionato e ribaltare nuovamente le posizioni in classifica. L’avvio di gara contro i viola è quello che ci si aspetta dal gioco di una grande squadra: dominare fin da subito la gara e portare l’avversario all’errore, come succede al 9′ quando Mertens mette la palla al centro e porta Basanta alla deviazione quasi fatale nella propria rete, ma il compagno Neto è attento e salva la porta.

Preludio al goal che arriva ancora dai piedi di Mertens che al 23′ su lancio di Higuain beffa Neto con un tiro a giro impossibile da parare. Goal dell’1 a 0 che potrebbero essere 2 se l’arbitro non annullasse un goal regolare al Pipita che lascia partire un siluro che sbatte sotto la traversa e supera la linea di porta al 34′.

Ma la giustizia calcistica arriva nella ripresa, quando Benitez lancia nella mischia il capitano azzurro Hamsik che sette minuti dopo il suo ingresso piazza in rete un assist al bacio di Callejon nuovamente decisivo per le sorti di una gara. Sarà lo stesso spagnolo a chiudere la gara all’89’ e tornare al goal in campionato dopo tre mesi. Riecco il Napoli cinico di inizio 2015 che si riporta sulla buona strada per l’Europa.

Leggi anche: