Napoli-Fiorentina 0-1, analisi della gara: grande tenuta degli azzurri

Purtroppo continua il momento sfortunato del Napoli con il secondo posto che si allontana. Ancora una volta gli azzurri escono a mani vuote dal San Paolo, ancora una volta giocando una grande partita. In questa occasione però, a complicare le cose si mette anche il direttore di gara Tagliavento. Assolutamente discutibile la scelta di espellere Ghoulam per fallo da ultimo uomo su Bakic.

Fino a quel momento infatti è il Napoli a comandare la partita con personalità, sfiorando ripetutamente il gol con buone trame di gioco. L’aspetto confortante è che gli azzurri dopo aver subito l’espulsione, nonostante l’inferiorità numerica, non si disuniscono, anzi tentano addirittura di vincere la partita dimostrando grande carattere e una buona tenuta fisica.

Gli aspetti meno positivi invece, sono la mancanza di cattiveria e precisione sotto porta. Veramente troppe le palle gol sprecate nelle ultime due partite, e le scelte di Rafa Benitez non hanno del tutto convinto. Discutibile quella di spostare Callejon, dopo l’espulsione di Ghoulam,  per quasi tutta la partita nella linea difensiva, snaturando le sue qualità. Anche i successivi cambi sono sembrati troppo tardivi, per una squadra che ha giocato più di metà  partita in inferiorità numerica.

Alla fine della gara però ad uscire vittoriosa è la Fiorentina, segnando nei minuti finali,  e riaprendo di fatto la corsa al terzo posto, portando a 7 i punti di distacco tra le due squadre. Il dato più confortante di tutti è un altro: il Napoli visto oggi, anche in dieci uomini, ha mostrato una grande tenuta atletica, aspetto che fa ben sperare per il futuro.

Leggi anche –> Napoli-Fiorentina 0-1, il video con la sintesi di Auriemma
Leggi anche –> Moviola Napoli-Fiorentina 0-1: Ghoulam espulso, ma non era rosso