Napoli, Duvan Zapata zittisce tutti (e reclama spazio)

Segna, zittisce tutti e allontana le voci di una sua possibile cessione già nella sessione di mercato di gennaio, magari in prestito al Torino. I granata farebbero carte false per averlo, il Napoli non cede ma, dopo la gara contro la Sampdoria è chiaro che Duvan Zapata non possa essere relegato sempre ad interpretare il ruolo di chi scende in campo 10 minuti per provare a risolverti la gara.

Quando davanti hai un mostro sacro come Gonzalo Higuain non è affatto semplice ritagliarsi spazio ma ieri sera Benitez ha dimostrato a tutti, e prima ancora a se stesso, che in fondo sarebbe ipotizzabile (finalmente) un cambio di modulo. Con le due punte il Napoli se l’è cavata nettamente meglio, la manovra offensiva è parsa più fluida ed incisiva tanto da condurre il colombiano al gol dopo almeno 15 minuti di assalto alla porta difesa da Romero.

La questione è assolutamente semplice: se Zapata giocasse in qualsiasi altro club andrebbe in gol con straordinaria facilità. Se a Duvan Zapata venissero garantiti più minuti in campo ripagherebbe ampiamente la fiducia. Se, per dire, la Sampdoria potesse schierare uno come Zapata al centro del proprio trio d’attacco, il colombiano avrebbe già mostrato tutte le sue qualità. Al giovane attaccante partenopeo servono spazio e fiducia … e ieri Benitez ha avuto la prova che con due punte, magari, le partite si raddirizzano.