Napoli, Che Fine Ha Fatto Gianluca Grava?

Una conferma arrivata a furor di popolo. Un rinnovo di contratto voluto più dalla piazza che dalla società o dallo staff tecnico. Sta di fatto che Gianluca Grava, beniamino dei tifosi del Napoli, non si sa bene che fine abbia fatto.

Mai una presenza da titolare, mai neanche in panchina per il terzino casertano, che dall’inizio della stagione è puntualmente finito in tribuna. Non ha trovato spazio neanche negli impegni meno probanti, come ad esempio il match di Europa League contro l’AIK Solna, in cui Walter Mazzarri ha schierato praticamente la seconda squadra.

Figuriamoci in campionato, dove gli azzurri lottano realmente per lo Scudetto e l’assetto difensivo sembra finalmente aver trovato i giusti meccanismi. direttore sportivo bigonSe a questo, inoltre, aggiungiamo gli arrivi di Mesto e Behrami (che ad inizio carriera giocava proprio in quel ruolo) e la conferma di Zuniga, ecco che lo spazio a disposizione di Gianluca Grava si è ulteriormente limato.

Il diretto interessato, da parte sua, continua a lavorare con la professionalità di sempre. La stessa che l’ha sempre contraddistinto in questa sua lunga avventura in maglia azzurra, iniziata diversi anni fa (su esplicita richiesta/intuizione dell’allora direttore generale Pierpaolo Marino che lo rilevò dalla Ternana con una trattativa flash).

La scorsa estate, prima del rinnovo contrattuale che ha prolungato di fatto di un’altra stagione la sua esperienza a Napoli,  s’era parlato con  insistenza di un possibile divorzio. O addirittura di un improvviso fine carriera, richiesto da Aurelio De Laurentiis, che per Grava aveva già in mente un ruolo dirigenziale. Invece, alla fine, il casertano è stato confermato ma non riesce a trovar spazio.

Chissà se a gennaio le due strade si separeranno o se il club partenopeo tornerà alla carica riproponendogli una carica manageriale.

Scritto da Gianluca Capiraso

Nato ad Avellino nel 1982, iscritto all'Albo Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti nel 2000 (a soli 18 anni), da 5 anni vive a Milano dopo aver "girovagato" tra Roma e Firenze. Il suo primo articolo, pubblicato su un quotidiano locale, risale a inizio 1998, neanche 16enne. Segue da vicino le vicende sportive di diversi club italiani, dalla serie A alla Lega Pro. Segui @Capiraso

Massimo Moratti Presidente Inter

CalcioMercato Inter: Llorente, Basta e Paulinho a Gennaio?

Napoli Juventus Campionato Serie A

Juventus-Napoli, Il Sabato Porta Bene ai Partenopei