Napoli-Cagliari 3-3, Voti e Pagelle: Azzurri ridimensionati al San Paolo

Un Napoli distratto e senza idee ferma la sua rincorsa al vertice della classifica pareggiando al San Paolo contro il Cagliari per 3 a 3. E’ un film già visto questo per i tifosi azzurri accorsi numerosi allo stadio di Fuorigrotta. La squadra di Benitez riesce nell’impresa di farsi rimontare per ben tre volte così come era successo contro il Palermo. Il Cagliari però contro il Napoli non bada a fare le barricate, anzi gioca a viso aperto mettendo ripetutamente in difficoltà l’undici di Benitez con le classiche azioni in velocità tipiche delle squadre di Zeman. La sosta non ha fatto bene agli azzurri che escono notevolmente ridimensionati dopo questa partita. Ci si aspettava di più anche dal tecnico del Napoli, alcuni cambi durante la gara non hanno convinto.

VOTI E PAGELLE DI NAPOLI-CAGLIARI:

Rafael 5: Combina un pasticcio con Koulibaly in occasione del terzo gol sardo. Quel pallone con i calciatori del Cagliari che pressavano andava rinviato senza tanti fronzoli. Anche sul secondo gol dei sardi non sembra esente da colpe. Al suo attivo una bella parata che salva il risultato quando si trova a tu per tu con Farias.

Maggio 5.5: In calo rispetto alle precedenti prestazioni. Viene messo spesso in difficoltà dalle trame in velocità del Cagliari. Si rende pericoloso con qualche discesa sull’out destro dove scaturisce l’assist per il gol dell’olandese De Guzman.

Henrique 5: Benitez gli chiede di impostare l’azione dalle retrovie. Il brasiliano però non è Albiol e non riesce quasi mai ad uscire palla al piede, anzi va spesso in difficoltà sia sul pressing dei sardi che sugli gli inserimenti di Cossu e dei centrocampisti rossoblù

Koulibaly 4.5: Forse i troppi elogi hanno fatto male al difensore francese. Sulla coscienza ha due gol del Cagliari, il primo ed il terzo. Nel primo gol sardo si fa saltare facilmente da Ibarbo. Sul gol del pareggio si avventura in un improbabile dribbling facendosi soffiare il pallone dall’attaccante colombiano. Risulta approssimativo e superficiale su molti interventi, rimedia anche un’ammonizione stupida. Giornataccia.

Ghoulam 5.5: Il duello con Ibarbo è avvincente, ma il colombiano lo mette spesso in difficoltà. La sosta ha fatto male al terzino algerino, sembra anche lui in affanno rispetto alle precedenti prestazioni.

Gargano 5.5: Non è il solito Gargano quello visto al San Paolo. Corre spesso a vuoto e sbaglia qualche appoggio di troppo.

Inler 5.5: Nonostante il gol del 2 a 0, bello il suo tiro dalla distanza, appare lento e senza idee. Si perde anche lui nel marasma generale. Dal 63′ David Lopez 6: Mette un po’ d’ordine al centrocampo azzurro. Il motivo per cui non è stato schierato dall’inizio lui che era quello più in forma del reparto è ancora un mistero.

Callejon 4.5: La sua peggior prestazione forse da quando è al Napoli. Mai incisivo, mai nel vivo del gioco della squadra azzurra. La convocazione nella nazionale spagnola anziché galvanizzarlo, lo svuota completamente di tutte le energie necessarie. Impalpabile.

Hamsik 5: Lo slovacco non è in giornata, sbaglia appoggi semplici ed anche in fase conclusiva non da il meglio di se. Cerca di aiutare il centrocampo in difficoltà, qualche volta con i tempi giusti, ma la prestazione è da considerare insufficiente.

De Guzman 6: Gioca in un ruolo che non è suo, ma l’impegno c’è tutto. Dimostra di avere un buon feeling con il gol siglando la terza rete del Napoli su colpo di testa, la seconda in campionato. Dall’82’ Britos Sv.

Higuain 6: Pronti via porta in vantaggio il Napoli siglando il gol dell’uno a zero. Buon primo tempo, partecipa al gioco corale della squadra. Sparisce letteralmente nella ripresa.

Benitez 5: Non si è capito il motivo per cui Albiol viene lasciato in panchina e, probabilmente, questa mossa pregiudica la gara, perché il Napoli in difesa va in affanno ripetutamente. Anche il cambio Britos-De Guzman e l’avanzamento di Ghoulam in avanti a gara in corso lascia alquanto perplessi. Perchè continuare con il 4-2-3-1 quando non si hanno a disposizione i calciatori giusti? Non si capisce neanche perché David Lopez, uno degli uomini più in forma del centrocampo, sia stato lasciato in panchina. Negli ultimi venti minuti dopo il pareggio del Cagliari non inserisce Zapata che in qualche mischia finale poteva metterci lo zampino.

Leggi anche: