Napoli, Benitez a rischio esonero: crisi di idee e di gioco

Dopo il clamoroso pareggio del Napoli per 3-3 contro il Palermo, si è aperta ufficialmente la crisi della squadra azzurra. Benitez pare essere in totale confusione per le scelte di formazione e le contraddizioni tattiche, quasi sull’orlo di una crisi di nervi. È un Napoli disarmante visto ieri sera al San Paolo, messo in difficoltà da una squadra come il Palermo nettamente inferiore sul piano della qualità. E’ questo il dato più preoccupante della crisi di risultati e di gioco del Napoli. Il Napoli avrebbe dovuto fare un filotto di vittorie contro Chievo, Udinese e Palermo ed invece soccombe amaramente.

Sotto accusa più di tutti il tecnico Rafa Benitez, che con alcune scelte a dir poco discutibili sta compromettendo il cammino in campionato del Napoli.A quattro giornate dall’inizio già otto i punti che separano gli azzurri da Juve e Roma, quattro dall’Inter. Se Benitez non avesse vinto a Genoa in maniera rocambolesca a pochi secondi dalla fine, a quest’ora sarebbe ultimo in classifica con soli 2 punti.

Contro il Palermo altre scelte incomprensibili sia nell’undici titolare sia nei cambi effettuati a partita in corso. Perchè schierare Ghoulam titolare dopo un mese di inattività? Il calciatore algerino che in sette partite ufficiali ne ha giocata solo una, era in chiara difficoltà fisica. Perchè non sostituirlo con Zuniga anche a partita in corso? Anche il cambio di Hamsik, tra i più propositivi per De Guzman, ha generato tante perplessità. Albiol e Koulibaly alla settima partita di fila senza sostituzioni sono apparsi in debito di ossigeno. Britos  che per natura è un difensore centrale, può giocare solo da terzino sinistro, lui che da terzino non ha mai giocato in tutta la sua carriera? Ed Henrique? Anche lui può giocare solo da esterno destro e mai da centrale?

Tutta la fase difensiva compresa quella sulle palle inattive desta tante perplessità. Il 4-2-3-1 non è più un’ipotesi percorribile. Troppo vulnerabile il Napoli con due soli uomini a centrocampo; se attaccato va in difficoltà e sono dolori per tutto il reparto. Sassuolo-Napoli domenica sarà molto probabilmente la partita che deciderà le sorti del tecnico spagnolo. Dunque il futuro di Benitez è appeso ad un filo, Mancini o Spalletti i possibili sostituti, o l’ipotesi Reja come traghettatore, questi i possibili scenari in caso di un ulteriore sconfitta.

Leggi anche: