Napoli-Athletic Bilbao: l’analisi e le caratteristiche degli avversari

L’urna di Nyon non sorride al Napoli, gli azzurri affronteranno la peggiore delle avversarie del preliminare di Champion League, ossia la temuta squadra basca dell’Athletic Bilbao. La prima d’andata si giocherà al San Paolo, Benitez dunque dovrà preparare la doppia sfida in vista della partita decisiva di ritorno che si giocherà nel caldissimo stadio basco del San Mames.

Avranno il vantaggio gli spagnoli dell’Athletic Bilbao di giocare il ritorno tra le mura amiche, ma il Napoli non deve temere assolutamente la squadra basca: i valori tecnici delle due squadre pendono a favore degli azzurri. Il Bilbao è certamente una squadra insidiosa, ma anche la squadra azzurra è molto temuta e vanta uno stadio caldo come il San Paolo, che come al solito saprà essere determinante nelle grandi occasioni.

Il pericolo principale è rappresentato dalla grande intensità di gioco degli spagnoli, soprattutto in casa l’anno scorso hanno costruito la qualificazione in Champions League perdendo solo due volte. Ernesto Valverde tecnico bravo ed esperto del Bilbao ha dato una precisa identità offensiva alla squadra basca. L’impostazione di gioco è il 4-2-3-1 speculare a quello degli azzurri, sarà fondamentale vincere i duelli “uno contro uno.” L’Athtelic Bilbao è una squadra composta quasi interamente da calciatori baschi, a parte l’unico straniero il francese Laporte, ma dovrà fare a meno del suo calciatore migliore, il fantasista spagnolo Ander Herrera venduto al Manchester United.

I calciatori da temere sono l’attaccante Aduriz, e il velocissimo Muniain. Pareggiare l’intensità di gioco e colpire la squadra basca con la velocità degli attaccanti azzurri, la difesa dell’Athletic Bilbao non sembra irresistibile, potrebbe essere questa l’arma in più del Napoli. Se gli azzurri affronteranno queste due partite con la giusta mentalità, e con la giusta carica agonistica la qualificazione è tranquillamente alla portata, inoltre chi meglio di Benitez conosce le dinamiche del calcio spagnolo, e nella gestione e nella preparazione delle gare di coppa è una vera e propria garanzia. 

Leggi anche:

Napoli-Athletic Bilbao, Urrutia: “Gli azzurri grandissimi rivali”

Napoli, Behrami: “Con Benitez non avevo un rapporto”