Napoli-Atalanta, in palio anche il Record di imbattibilità azzurro

Ottenendo punti in Napoli-Atalanta gli azzurri eguaglierebbero la squadra di Mazzarri e avvicinerebbero lo storico record di imbattibilità di Bigon

In Napoli-Atalanta gli azzurri si giocano molto di più dei tre punti. In palio c’è il secondo posto, qualora la Roma dovesse cadere a San Siro contro l’Inter, e soprattutto il record di imbattibilità. Il 3-1 rifilato dagli azzurri al Chievo nella scorsa giornata ha ampliato la sfilza di risultati utili consecutivi ottenuti in campionato e aperto la porta al record di imbattibilità che dista adesso “sole” tre partite.

Facendo un paio di calcoli Napoli-Atalanta e le prossime partite contro Roma e Crotone potrebbero consentire alla squadra di Sarri di mettere la firma su uno storico record, tale dal 1990. All’epoca sulla panchina azzurra sedeva Bigon e i partenopei riuscirono a evitare la sconfitta per ben 16 partite consecutive. Bene, ma non meglio, aveva fatto la formazione allenata, nella stagione 2009-2010, da Walter Mazzarri, fermatasi sulla soglia a quota 15 risultati utili consecutivi.

Ottenendo una vittoria o un pareggio in Napoli-Atalanta, Hamsik e compagni potrebbero eguagliare quanto fatto sette anni or sono dai partenopei di Mazzarri e avvicinare il record storico di imbattibilità che verrebbe superato solamente in caso di vittoria o pareggio contro la Roma, nella trasferta dell’Olimpico, e contro il Crotone al San Paolo nel match della 28a giornata di Serie A. 17 risultati utili consecutivi è questo uno degli obiettivi che il Napoli di Maurizio Sarri è pronto a raggiungere: l’anno (2017) potrebbe essere proprio quello giusto.